Bonus e agevolazioni 2022, ecco quali scadono entro la fine dell’anno

il tasto di una tastiera da pc con la scritta bonus

Alcuni dei numerosi bonus introdotti nel corso dei mesi passati stanno per giungere a scadenza e per alcuni di loro non vi è alcuna proroga in vista, pertanto per approfittare di alcune di queste agevolazioni resta poco tempo.

Entro fine 2022 infatti arrivano a scadenza diverse agevolazioni tra cui il bonus Trasporti, il bonus Tv e decoder, il bonus casa per under 36 e alcuni bonus edilizi come il bonus Facciate, il Superbonus per ville e villette, e la detrazione che spetta per interventi volti all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Bonus Trasporti in scadenza il 31 dicembre 2022

Tra i bonus che stanno per scadere troviamo, come accennato, il bonus Trasporti, che permette di ottenere uno ‘sconto’ sulle spese relative all’acquisto di abbonamenti per i mezzi di trasporto pubblici come treni, bus e metropolitana.

Con il bonus Trasporti è possibile ottenere un contributo massimo di 60 euro a copertura di parte delle spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblici.

Si presenta domanda attraverso la app IO, ed una volta fatta richiesta il bonus deve essere utilizzato entro la fine del mese nel quale la domanda è stata inoltrata, altrimenti il voucher che garantisce lo sconto sul prezzo dell’abbonamento scade e viene annullato.

Per quanto riguarda l’importo del bonus Trasporti non vi sono vincoli. Infatti se nel mese di settembre un contribuente richiede e ottiene il bonus da 60 euro e beneficia effettivamente dello sconto sull’acquisto di un abbonamento per i mezzi pubblici, può anche richiederlo il mese seguente e anche il successivo, fino ad esaurimento fondi.

Il mese di dicembre 2022 però è l’ultimo mese per il quale sarà ancora possibile beneficiare del bonus Trasporti perché a fine anno l’agevolazione scade e non sono previste proroghe per il 2023.

Bonus Tv e Decoder, resta tempo fino al 31 dicembre 2022

Anche per il bonus Tv e Decoder resta poco tempo, in quanto la scadenza fissata al 31 dicembre 2022 sembrerebbe destinata a non essere prorogata. Le probabilità che il governo guidato da Giorgia Meloni, che ha già chiarito di voler alleggerire i vari bonus, possa decidere di inserire la proroga per il bonus Tv e decoder nella Legge di Bilancio 2023 sono effettivamente piuttosto basse.

Con il bonus Tv e decoder sarà possibile, fino alla scadenza, ottenere uno sconto fino a 30 euro per l’acquisto di Tv e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC).

Il bonus è stato infatti introdotto per agevolare l’acquisto di nuovi dispositivi in modo che i cittadini dell’intero territorio nazionale possano continuare a seguire i programmi in televisione.

E per la popolazione delle comunità montane e delle altre zone in cui non è stata garantita la ricezione del segnale televisivo, nel decreto Aiuti bis è stata inserita una norma che stanzia ulteriori 7,5 milioni di euro per portare il bonus Tv e decoder a 50 euro, da utilizzare per l’acquisto di apparati satellitari di ricezione della Tv.

Bonus prima casa per under 36, possibile proroga nella manovra economica

Tra i bonus che giungeranno a scadenza a fine 2022 troviamo anche il bonus prima casa per under 36, che spetta ai giovani tra i 18 e i 35 anni di età, con Isee fino a 40 mila euro, che si apprestano a conquistare la propria autonomia abitativa.

Il bonus prima casa under 36 permette ai soggetti in possesso dei requisiti di reddito e di età anagrafica di beneficiare della garanzia di Stato dal 50% all’80% della quota capitale del finanziamento chiesto per l’acquisto di un immobile da destinare ad abitazione principale.

Nel decreto Sostegni bis inoltre, accanto alle agevolazioni sul mutuo, sono state inserite ulteriori agevolazioni che riguardano le imposte da versare all’atto dell’acquisto della prima casa.

I giovani di età fino a 35 anni che acquistano un immobile da destinare ad abitazione principale infatti non saranno tenuti a pagare le imposte di registro, ipotecaria e catastale. L’agevolazione inoltre abolisce l’imposta di bollo e i tributi catastali speciali.

Quanto alla scadenza del bonus prima casa under 36, non è da escludere una proroga nella prossima manovra economica, ma al momento non vi sono conferme in tal senso.

Bonus edilizi in scadenza a fine 2022, dal bonus Facciate al Superbonus

Solo una parte dei bonus edilizi attualmente disponibili giunge a scadenza a fine anno, tutti gli altri invece saranno disponibili anche nel 2023.

I bonus edilizi per i quali la Legge di Bilancio 2022 ha previsto la scadenza al 31 dicembre 2022 sono solo tre: bonus facciate, bonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche e superbonus per ville e villette.

  • Il bonus Facciate ha già subito nel corso di quest’anno alcune modifiche, e tra le altre cose la quota della detrazione è stata ridotta dal 90% al 60%. Ricordiamo che quest’agevolazione va a coprire le spese sostenute per il rifacimento delle facciate esterne degli edifici esistenti, indipendentemente dalla categoria catastale cui appartengono.
  • Il bonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche è in realtà uno dei bonus edilizi introdotti più di recente. Quest’agevolazione introdotta nel 2022 prevede una detrazione del 75% sulla spesa sostenuta per gli interventi finalizzati ad abbattere le barriere architettoniche. Va precisato che questo bonus non sostituisce il cosiddetto bonus ascensore, che invece rientra tra gli interventi trainati dal Superbonus 110%.
  • Il Superbonus 110% per ville e villette giunge anch’esso a scadenza al 31 dicembre 2022, ma è importante sottolineare che il Superbonus come agevolazione resterà ancora in piedi nel 2023 seppur con alcune modifiche e comunque non per abitazioni autonome quali ville e villette. La scadenza a fine 2022 inoltre è ancora valida solo per coloro che sono riusciti ad effettuare almeno il 30% degli interventi agevolati entro la scadenza del 30 settembre scorso. Per chi invece non è riuscito a rispettare quella scadenza il superbonus in sostanza è già scaduto, infatti potrà portare in detrazione solo le spese sostenute fino al 30 giugno scorso.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.