Buoni spesa 500 euro ma solo per famiglie con Isee basso. Ecco a chi spetta e come richiedere il bonus

orologio a cipolla poggiato su banconote di euro di vario taglio

In questa fase critica per imprese e famiglie italiane, alle prese con costi ormai insostenibili dell’energia, e pesanti rincari di beni e servizi, sia il governo che varie amministrazioni locali in tutta Italia hanno introdotto diverse agevolazioni.

In particolare per sostenere le famiglie in difficoltà sono stati introdotti dei nuovi bonus spesa da 500 euro che è possibile richiedere ancora per qualche giorno. I buoni sono riservati però ai soli nuclei familiari con Isee basso, e trattandosi di una misura introdotta su base locale solo i residenti nel relativo territorio comunale potranno beneficiarne.

In Italia sempre più famiglie al di sotto della soglia di povertà

La gestione politica dell’emergenza Covid-19 in Italia ha prodotto gravi conseguenze economiche che hanno colpito numerose famiglie e imprese, e proprio quando le restrizioni imposte venivano gradualmente rimosse e ci si avviava verso la ripresa, ecco che il Paese è sprofondato in una nuova crisi determinata dalla scelta di imporre sanzioni contro la Russia e schierarsi con il governo di Volodymyr Zelensky nell’ambito della crisi ucraina.

Le conseguenze ancora una volta sono ricadute sui cittadini, e mentre l’Italia (e gli altri Paesi europei) spendono milioni di euro per sostenere il governo di Kiev, in Italia imprese e famiglie sono sempre più in difficoltà.

Secondo quanto riferiscono alcune statistiche, la perdita del potere di acquisto delle famiglie italiane si attesterebbe adesso intorno ai 1.000 euro, con un aumento medio del costo della vita del +6%.

Sono sempre di più le famiglie che si ritrovano quindi a vivere al di sotto della soglia di povertà. Secondo alcune stime attualmente nel nostro Paese sono circa 4 milioni i nuclei familiari che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese, con un’elevata percentuale di queste famiglie che non riesce neppure ad accedere ai beni di prima necessità.

Arriva il bonus spesa da 500 euro, dove e fino a quando si può richiedere

Per aiutare le famiglie italiane in crisi non bastano gli aiuti introdotti dal governo di Mario Draghi, ma anche le amministrazioni locali sono costrette ad intervenire per evitare che il disagio economico assuma proporzioni allarmanti e che infine esploda una vera e propria bomba sociale.

Tra gli interventi delle amministrazioni comunali ecco che abbiamo una misura che introduce un bonus da 500 euro per l’acquisto di generi alimentari e farmaci di prima necessità.

Ad introdurre questo bonus è il Comune di Nicosia, che ha deciso di destinare gli aiuti ai nuclei familiari con reddito basso. Quanto alla possibilità di accedere al bonus, oltre ad essere circoscritta al solo territorio del Comune, essendo l’agevolazione riservata ai residenti, non resta molto tempo per presentare domanda.

Il buono fino a 500 euro del Comune di Nicosia può infatti essere richiesto ancora fino al 25 ottobre 2022. In tutto, per il bonus introdotto dall’amministrazione del Comune siciliano con delibera della Giunta n. 167 del 30 settembre 2022, sono stati stanziati 110.000 euro.

Questo importo ha permesso di erogare buoni spesa validi per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità compresi farmaci, presso tutti gli esercizi convenzionati con il Comune che hanno deciso di aderire all’iniziativa.

Quali sono gli importi del bonus spesa e come fare domanda

Possono richiedere il bonus da 500 euro solo i nuclei familiari con Isee fino a 12.000 euro, e le domande devono essere presentate, come abbiamo visto nel paragrafo precedente, entro e non oltre le ore 10.00 del 25 ottobre 2022.

Per quanto riguarda gli importi riconosciuti dal Comune di Nicosia, il bonus può arrivare fino ad un massimo di 500 euro, ma sono previsti anche importi diversi che variano a seconda della composizione del nucleo familiare. Avremo quindi i seguenti importi:

  • bonus spesa da 200 euro per nuclei composti da una sola persona
  • bonus spesa da 300 euro per nuclei familiari composti da due persone
  • bonus spesa da 400 euro per nuclei familiari composti da tre persone
  • bonus spesa da 500 euro per nuclei composti da 4 o più persone.

Quanto alle modalità per fare richiesta del bonus, ricordiamo che deve essere presentata entro i termini utilizzando il modulo disponibile per il download sul sito del Comune. Il modulo compilato e firmato deve essere poi inviato a mezzo email ad uno degli indirizzi forniti dal Comune di Nicosia, allegando la certificazione Isee. In alternativa è anche possibile presentare domanda personalmente rivolgendosi allo sportello dell’ufficio protocollo del Comune.

In ogni caso, per conoscere gli importi esatti e le modalità di accesso al bonus consigliamo di consultare direttamente il sito ufficiale del Comune di Nicosia.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.