IC Markets Recensioni e Opinioni Broker ECN Trading (guida 2024)

Recensione completa al broker IC Markets con le opinioni dei trader - BorsaInside

Alla ricerca di un broker serio, affidabile e dalla rapida esecuzione degli ordini? Il nome IC Markets non dovrebbe allora sfuggirvi, soprattutto se volete fare del trading online competitivo e conveniente, grazie anche a una serie di caratteristiche economiche e di utilizzo che vi permetteranno di ottenere solo il meglio dalle vostre attività di investimento finanziario via web.

Broker australiano di fama internazionale, opera sulla base della licenza ASIC e della licenza CySEC.

Vediamo dunque in maggior dettaglio di cosa si tratta, quali sono le caratteristiche e i benefici che potrebbero indurvi a fare del trading online con IC Markets!

–Apri gratis un conto con IC Markets!>>

IC Markets recensione

IC Markets è un broker ECN e, come tale, vi permetterà di operare su Forex e CFD connettendosi direttamente ai fornitori di liquidità, e divenendo terreno fertile per le operazioni di trading tendenzialmente più speculativo, di breve o brevissimo termine (anche se non è escluso che possiate ottenere i migliori benefici con questo broker anche se le vostre strategie non sono di scalping o day trading!).

Nato più di 12 anni fa, il broker è oggi di proprietà di IC MARKETS (EU) LTD., una società a responsabilità limitata registrata a Cipro con il numero di società HE 356877 ed è autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission con licenza n. 362/18. La sua sede legale si trova al 86 Franklinou Roosvelt, 4th floor, Office 401, 3011 Omonoia, Limassol, Cyprus.

Come vedremo, si tratta di un broker davvero competitivo, che molti utenti italiani hanno già scelto di utilizzare per le proprie operazioni di trading online, e che vi consigliamo di valutare grazie anche al conto demo che è in grado di proporvi!

IC Markets è sicuro?

Uno dei principali quesiti che ricorrono nell’analisi di IC Trading è se questo broker sia o meno sicuro.

Come detto prima, la società che sta a monte è dotata di licenza CySec e ciò ci consente di rassicurare gli investitori sul rispetto delle normative nazionali considerato che l’autorità prescrive per tutti gli enti autorizzati una serie di indicazioni, come la pubblicazione di un prospetto informativo del prodotto, una guida finanziaria, i risultati dell’analisi delle società di revisione, e così via.

IC Markets broker ECN

schermata IC Trading
Alcuni degli strumenti presenti su IC Markets – BorsaInside

IC Markets, come sopra abbiamo anticipato, è un broker ECN, che dunque offre alla propria clientela un sistema di elaborazione degli “ordini” senza la presenza di dealer. Ma cosa significa?

In termini meno criptici, significa che IC Markets si pone dinanzi alla propria clientela come controparte di tutti gli investimenti, potendo coprire le richieste delle posizioni degli utenti mediante il ricorso a fornitori di liquidità che fanno parte della stessa rete ECN.

IC Markets, quindi, è un broker puro che non ha conflitto di interessi come gli operatori più tradizionali. Per questo motivo ECN figura nella lista dei migliori broker ECN con accesso diretti al mercato.

Poichè ECN si collega in modo diretto ai fornitori di liquidità, è il broker ideale per fare scalping e per operare con il day trader. Pur nascendo come broker ECN, IC Markets presenta caratteristiche che lo rendono interessante per tutti i tipi di traders. Nei prossimi paragrafi affronteremo proprio questo punto.

IC Markets spread e leva

Quando si analizza la bontà del servizio di un broker e la sua complessiva convenienza, un’attenzione dedicata è ovviamente legata alla presenza di spread competitivi, che possano risultare sufficientemente bassi da rendere più “economico” il trading effettuato sugli asset che l’investitore intende negoziare.

Ebbene, in questo ambito non ci sono dubbi: IC Markets è certamente uno dei broker che, a livello mondiale, può offrire le migliori condizioni in termini di differenziali tra i prezzi bid e ask. Il suo Raw Spread è un vero e proprio valore aggiunto. Con i IC Markets i trader possono operare in un ambiente di trading con spread a partire da 0.0 pip, nessuna riquotazione, nessuna manipolazione del prezzo e nessuna restrizione.

–Apri gratis un conto con IC Markets!>>

Soffermandoci sul solo Forex, possiamo ad esempio rammentare che il broker dispone di due principali diversi approcci economici (c’è poi anche una terza alternativa di cui parleremo più avanti):

  • un conto ordinario, standard, che ha spread predefiniti e NON ha nessuna commissione per operazione;
  • un conto ECN, che invece ha degli spread più bassi dello standard (in alcuni casi pari a 0!) e una commissione per trade.

Proprio di questa seconda opportunità vogliamo discutere per qualche istante con voi. Aprire un conto ECN vi garantirà infatti l’accesso a spread estremamente contenuti, con un minimo di 0.0, che varieranno sulla base delle condizioni di mercato e che potranno dunque oscillare a seconda delle stesse. In ogni caso, si tratta di spread estremamente competitivi anche nella loro media, considerando che in termini di pip parliamo di soli 0.1 per il cambio più utilizzato, EUR/USD, o di 0.5 per il GBP/USD.

Naturalmente, a fronte di questo importante beneficio, il cliente dovrà sostenere un piccolo sacrificio: il pagamento di commissione sull’ordine, a partire da 3,50 dollari.

In linea di massima, si tratta però di un meccanismo di grande convenienza. Il trader potrà infatti pagare una commissione all’apertura della posizione ma, immediatamente dopo, godere della presenza di spread estremamente contenuti, con un posizionamento dunque piuttosto competitivo.

Per quanto concerne la leva, quella massima disponibile è di 30:1 per i trader europei retail.

Riassumendo: in quanto broker ECN, IC Markets ti offre spread bassi (in alcuni casi addirittura nulli) e leva molto più alta di quella imposta dai limiti ESMA se sei un residente australiano. Il sistema di Raw Spread contente un Forex CFD online perfetto per i trader, gli scalper e i robot che operano con grandi volumi. Il rovescio della medaglia di questi vantaggi è rappresentato dagli alti costi di commissione che sei chiamato a sostenere per attivare il tuo ordine.

Mercati disponibili su IC Markets

Nel precedente paragrafo abbiamo fatto riferimento al forex che ovviamente è il mercato di riferimento essendo IC Markets un broker ECN. Ci sono però anche altre asset con discreta dotazione su cui fare trading senza dalla stessa piattaforma:

  • 25 Indici da tutto il mondo sui quali operare con leva massima 1:25 e zero commissioni
  • Più di 28 Materie Prime sulle quali operare con leva massima 1:10
  • oltre 2500 tra azioni americane ed europee con leva massima 1:5
  • più di 9 obbligazioni con leva massima 1:5 e zero commissioni
  • oltre 13 crypto con leva massima di 1:5
  • 4 Future globali disponibili per il trading con leva massima 1:5 e zero commissioni

Come si può vedere da questo rapido elenco tutti i mercati sono rappresentati. Certo IC Markets è il paradiso del forex trading (61 coppie in tutto con spread bassi a partire da 0.0 pip, leva massima 1:30 e alta liquidità) ma anche le altre asset class sono presenti (interessante l’offerta di azioni anche se mancano quelle asiatiche). Obiettivo del broker è garantire la massima diversificazione possibile.

IC Markets depositi e prelievi

schermata depositi su IC Trading
Anche PayPal tra le modalità di deposito fondi su IC Markets – BorsaInside

I clienti di IC Markets possono facilmente aprire un conto presso l’operatore, ed effettuare un immediato versamento di capitali attraverso tutti i principali sistemi di pagamento previsti.

In particolare, il regolamento del broker prevede la possibilità di effettuare versamenti con bonifici bancari, carte di credito, portafogli elettronici (anche PayPal!). Insomma, un ventaglio di alternative che renderà ancora più semplice alimentare il proprio account con i capitali che il trader avrà scelto di stanziare per questa finalità di investimento.

In questo caso, però, è bene rammentare che non tutti gli strumenti di pagamento hanno le stesse caratteristiche in termini di costi e rapidità di valorizzazione del saldo. Alcune potrebbero infatti prevedere delle commissioni per il trasferimento, altre impiegare qualche giorno per poter permettere al trader di vedere transitare i soldi stanziati sul proprio conto. Meglio dunque dare uno sguardo alle condizioni operative prima di effettuare la conferma del trasferimento: in linea di massima, il versamento con portafogli elettronici e con carte di credito vi garantirà una valorizzazione in tempo reale, o quasi.

Per quanto riguarda la valuta che contraddistinguerà il saldo del vostro conto, potete scegliere tra 8 diverse valute di base, tra cui – ovviamente – anche l’euro.

IC Markets conto standard, conto ECN e conto demo

Come abbiamo avuto già modo di riepilogare, i trader IC Markets hanno l’opportunità di scegliere tra due diverse tipologie di conti: quello standard, che a fronte di spread – appunto – standard e predefiniti non prevede alcuna commissione di ordine, e quello ECN, che invece propone spread bassissimi, ma una commissione di ordine a partire da 3,50 dollari. A questi conti si aggiunge poi il conto cTrader ECN, ideale per gli scalper e per i daytrader, vincolato all’uso della sola piattaforma cTrader, di qui poi parleremo.

Non sottovalutate poi la disponibilità del conto demo: un rapporto davvero fondamentale per poter migliorare la conoscenza del broker, visto e considerato che si potrà aprire subito e gratuitamente, disponendo di un buon plafond di denaro virtuale da utilizzare per le proprie operazioni di “test”.

–Apri gratis un conto con IC Markets!>>

Peraltro, tenete conto che il conto demo di IC Markets non “scade”. Pertanto, potrete utilizzarlo quante volte vorrete e quando vorrete, non solamente per poter sperimentare le caratteristiche della piattaforma di trading e degli altri servizi IC Markets in piena sicurezza, quanto anche per poter valutare la sostenibilità della vostra strategia di mercato in condizioni reali!

Insomma, riassumendo, ecco i 3 conti reali di IC Trading:

  • standard: è il conto base, con deposito minimo di 200 dollari, nessuna commissione di trading e spread predefiniti, a partire da 0.8 pips;
  • Raw Spread: conto ENC ovvero il “vero” account IC Markets, con spread da 0.0 pips e commissione da 3,50 dollari per lotto, con deposito minimo di 200 dollari. Grazie a queste caratteristiche il conto Raw Spread è il più popolare tra i tre proposti da IC Markets.
  • Raw Spread cTrader: anche esso di tipo ECN è il conto più avanzato, con deposito minimo di 1.000 dollari, commissione da 3 dollari per lotto e spread a partire da pips.

IC Markets piattaforme di trading

schermata sito IC Trading pagina piattaforme
Le tante piattaforme disponibili su IC Markets – BorsaInside

Uno dei motivi per cui IC Markets è ritenuto un ottimo broker è anche dato dalla disponibilità di diverse piattaforme di trading. Attualmente i trader che aprono un conto con questo operatore possono infatti scegliere di effettuare trading con:

  • MetaTrader: è il punto di riferimento per i trader di tutto il mondo. IC Markets consente sia di utilizzare la versione MT4, personalizzata dal broker, sia la versione MT5;
  • cTrader, un’innovativa piattaforma ECN ideale per il trading su Forex e metalli, più veloce e con diverse funzioni avanzate;
  • MAM/PAMM: è una piattforma multi account manager, ideale per chi vuole gestire diversi portafogli e diversi account con un’unica piattaforma, avvalendosi degli expert advisors;
  • web based, accessibile da qualsiasi dispositivo con connessione a Internet senza bisogno di download;
  • app per smartphone MT4, disponibile per Android e iOS.

Nella nostra analisi delle offerte di questo broker abbiamo utilizzato tutte le varie piattaforme e, sicuramente, quella di nostra prioritaria scelta è stata cTrader: estremamente valida e affidabile. Se invece preferite la MetaTrader, poiché magari avete più dimestichezza con questo genere di servizio, sappiate che potrete comunque trovare delle caratteristiche di trading molto simili. Buono è anche il servizio di mobile trading, grazie a delle app che ricalcano – appunto – la MT4.

IC Markets opinioni 2024

A margine di quanto sopra, IC Markets può ben essere considerato come uno dei broker ECN più competitivi oggi a disposizione sul mercato. Si tratta di un operatore di grande rilievo, contraddistinto da condizioni economiche e di operatività professionali e competenti.

Rimangono degli aspetti di miglioramento, come quelli legati alla formazione e all’assistenza, che lo rendono un broker tendenzialmente più adatto per gli investitori con livelli di conoscenza almeno medi, e che amano il trading intraday. IC Markets è inoltre il broker ideale per fare scalping.

–Apri gratis un conto con IC Trading!>>

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo