simbolo dell'euro che galleggia sul mare

Chi investe sul cambio Euro Dollaro dovrebbe evidenziare sul proprio calendario un giorno ben preciso di questa settimana: si tratta di giovedì 21 luglio 2022. Cosa ha di particolare questa giornata e perchè essa è destinata a condizionare l’andamento del cross Eur/Usd? Nei prossimi paragrafi risponderemo a queste domande.

Prima, però, di arrivare al core del post, facciamo il punto sull’attuale andamento del cambio Euro Dollaro. Dopo essere sceso addirittura sotto la parità, il Dollaro ha rallentato la sua corsa sulla pelle dell’Euro. Questa mattina, come si può anche vedere dal grafico in basso, il cambio Eur/Usd si muove in area 1,02, in rialzo dello 0,9 per cento rispetto alle 24 ore precedenti. Ovviamente l’entità della progressione è così blanda da impenderci di parlare di rimbalzo (neppure minimo). Al di là del ritorno sopra alla parità, la dinamica in atto è sempre la stessa: il biglietto verde si rafforza e il dollaro resta debole.

Cambio Euro Dollaro: verso un giovedì caldo

Cosa succederà di così importante il prossimo giovedì? L’appuntamento clou della seduta non sarà un market mover ad alto impatto ma la prevista ripresa del flusso di gas dalla Russia alla Germania attraverso il gasdotto Nord Stream. Il gasdotto trasporta 55 miliardi di metri cubi all’anno di gas da Mosca a Berlino. Secondo quanto riportato dal Deutsche Welle, emittente pubblica tedesca di radiodiffusione, il fornitore di gas russo Gazprom PGSC starebbe semplicemente conducendo una serie di lavori di manutenzione che non possono durare oltre i 10 giorni (per contratto). In realtà, però, non pochi paesi temono che alla fine di questi 10 giorni (quindi giovedì 21 luglio) ci posso essere non un ritorno alla normalità ma lo stop alle consegne di gas alla Germania. Insomma, considerando le sanzioni imposte dall’Occidente a Mosca, non sarebbe una scandalo se la Russia usasse blocco del Nord Stream come rappresaglia.

In questo contesto fatto di (pochi) fatti accertati, molti intrighi e tantissimi colloqui dietro le quinte, Gazprom si è limitata a far sapere che suo interesse è che la Siemens Group adempia incondizionatamente a quelli che sono i propri doveri in materia di manutenzione dei motori a turbina a gas che sono essenziali per il buon funzionamento del gasdotto.

Questa la situazione per sommi capi. Considerando l’importanza che il gasdotto Nord Stream riveste per l’economia tedesca, è ovvio che eventuali novità sulla questione non potranno che impattare sull’andamento del cambio Euro Dollaro. Chi volesse investire sul cross Eur/Usd nei prossimi giorni, quindi, dovrebbe essere sintonizzato sul canale Gazprom-Germania. Diciamolo chiaramente: se l’attività del gasdotto dovesse essere ripristinata, allora si può pensare che il cross Eur/Usd possa crescere; nel caso in cui non ci dovesse essere un ritorno alla normalità, a rafforzarsi sarebbe (ancora una volta) il Biglietto verde. In entrambi i casi si può investire da una sola piattaforma (sia al ribasso che al rialzo) come ad esempio quella di eToro (demo gratis + deposito minimo di 50 dollari).

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito 100 mila euro virtuali subito disponibili, è gratis

trading etoro

Occhio anche alla riunione BCE

Non solo attesa per quelle che saranno le mosse di Gazprom (ovvero del governo russo) ma anche politica monetaria pesante tra i drivers che, nel corso della settimana corrente, possono condizionare l’andamento del cross Eur/Usd. In programma, infatti, c’è la riunione della BCE. Dal summit non sono da attendersi novità visto che il rialzo dei tassi è assodato. Piuttosto sarà utile capire quali potrebbero essere gli orientamenti dell’EuroTower nel successivo summit di settembre. L’appuntamento di questa settimana, però, è importante anche per il recupero della forma. La BCE dovrà dare un’immagine di maggior sicurezza e consapevolezza della situazione se vuole rafforzare l’Euro. Staremo a vedere.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.