Cross USD/JPY, previsioni: recupero dopo le recenti perdite ed ora occhio ai dati NFP USA

Previsioni cross USD/JPY - BorsaInside.com

Nella sessione europea di venerdì, l’USD/JPY ha mostrato segnali di ripresa, con un tasso di cambio che si è attestato al rialzo intorno a 148.90. Questo movimento positivo può essere attribuito al miglioramento dei rendimenti del Tesoro degli Stati Uniti, che ha portato a un rafforzamento del Dollaro statunitense (USD). Tuttavia, una serie di fattori influenzano la direzione di questa coppia di valute.

I dati relativi ai Guadagni in Contanti del Lavoro in Giappone (YoY) per il mese di agosto hanno mostrato una stabilità al 1,1%, in contrasto con le aspettative di mercato che puntavano al 1,5%. Questo andamento può influenzare la percezione degli investitori sulla stabilità economica giapponese e, di conseguenza, sull’USD/JPY.

Le politiche sui tassi della Banca del Giappone

L’ex vicepresidente della Federal Reserve, Clarida, ha avanzato l’ipotesi che il tasso di politica della Banca del Giappone (BoJ) possa aumentare al 0% entro l’inizio del 2024.

Tale prospettiva è il risultato di recenti modifiche apportate sotto la nuova direzione del governatore Kazuo Ueda, compreso un significativo adeguamento a luglio alla strategia di controllo della curva dei rendimenti (YCC). Questi cambiamenti indicano un mutamento nell’approccio della BoJ alla politica monetaria, il che potrebbe avere un impatto sull’USD/JPY.

Il ministro delle Finanze giapponese, Shunichi Suzuki, ha recentemente dichiarato di non voler commentare se il Giappone abbia o meno intervenuto sul mercato del cambio (FX). Queste speculazioni sull’eventuale intervento delle autorità giapponesi per sostenere la valuta domestica potrebbero rimanere un fattore di incertezza per l’USD/JPY.

Il governatore della BoJ, Kazuo Ueda, ha sottolineato l’effetto stimolante del quadro politico attuale sull’economia. La banca centrale ha ribadito la sua posizione di base di mantenere un’easing monetaria, il che può influenzare la percezione degli investitori sullo yen giapponese.

Correzione del dollaro Usa (USD)

L’indice del Dollaro statunitense (DXY) ha iniziato a mostrare segni di ripresa e si scambia al rialzo intorno a 106.50 al momento. Questa correzione del Greenback segue un recente picco di 11 mesi all’inizio della settimana. Tuttavia, la cautela è d’obbligo, considerando la posizione falconiana della Federal Reserve degli Stati Uniti (Fed) riguardo alla traiettoria dei tassi di interesse.

I rendimenti dei titoli del Tesoro degli Stati Uniti si mantengono stabili, con posizioni vicine ai massimi pluriennali. Attualmente, il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni si attesta sopra il 4,70%, avvicinandosi ai livelli massimi dal 2007. Questo è un fattore chiave da tenere in considerazione nell’analisi dell’USD/JPY.

Cosa dicono i dati sull’occupazione negli Stati Uniti

Le richieste iniziali di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti per la settimana conclusasi il 29 settembre hanno registrato un aumento a 207.000 rispetto alla lettura precedente di 205.000. Sorprendentemente, questo dato ha superato le aspettative di mercato di 210.000.

Allo stesso tempo, i tagli ai posti di lavoro negli Stati Uniti Challenger sono significativamente diminuiti da 75.151 a 47.457 nel mese di settembre. Gli investitori sono ora in attesa dei prossimi dati sugli NFP degli Stati Uniti e dei guadagni orari medi, previsti per venerdì. Questi dati potrebbero confermare la situazione di un mercato del lavoro in crescita e potenzialmente influenzare il tasso di cambio USD/JPY e la volatilità nei mercati dei titoli di stato.

Vediamo quindi che il cross USD/JPY sta attraversando un periodo di ripresa, con vari fattori che influenzano la direzione di questa coppia di valute. Gli investitori dovrebbero rimanere vigili e attenti ai dati economici e alle decisioni politiche che potrebbero influenzare ulteriormente il mercato.

Puoi fare trading forex sul cross USD/JPY nei migliori broker CFD. Noi consigliamo eToro (qui la recensione), dove puoi aprire un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri.

logo broker etoro

Per fare trading forex con eToro clicca qui, e potrai aprire il conto demo gratis per iniziare senza rischiare.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading