un laptop con grafici finanziari sullo schermo, e in sovrimpressione alcune banconote di dollaro con un grafico a candele
USD debole dopo l'ottima performance di martedì - Borsainside.com

La settimana inizia con il Dollaro Americano (USD) che manifesta una lieve inclinazione verso il basso dopo la sorprendente performance di martedì. Diversi eventi hanno contribuito a questa dinamica, tra cui dati poco convincenti sull’import/export provenienti dalla Cina e la riemersione delle preoccupazioni per una possibile recessione.

Inoltre, l’annuncio di una tassa del 40% sui profitti delle banche italiane ha ulteriormente alimentato un clima di avversione al rischio, determinando un netto rafforzamento del Dollaro verde nei principali accoppiamenti G10.

Scenario attuale e calendario economico

Con un calendario economico relativamente scarso e i dati sull’Indice dei Prezzi al Consumo (CPI) degli Stati Uniti attesi per giovedì, gli investitori monitoreranno attentamente la situazione mercoledì, cercando di preservare le risorse in vista dell’evento principale.

Dal punto di vista economico, la settimana si prospetta con un calendario di rilasci piuttosto leggero. L’attenzione sarà principalmente rivolta ai dati settimanali sulle domande di mutuo, che forniranno un’indicazione sulla dinamica del settore immobiliare.

Andamento delle materie prime e dati energetici

Nel settore delle materie prime, uno sguardo particolare sarà rivolto al rilascio dei dati sull’olio greggio e i suoi derivati da parte dell’Amministrazione per l’Informazione sull’Energia degli Stati Uniti (EIA). Questo rilascio è particolarmente significativo in seguito alla notevole volatilità registrata dal prezzo del petrolio greggio Western Texas Intermediate (WTI) martedì.

Dopo una flessione iniziale del 3,10% durante la sessione europea, il prezzo ha poi fatto registrare un incremento del 4% nel corso della sessione di trading statunitense.

La volatilità del prezzo del petrolio greggio è stata influenzata dalle preoccupazioni per una recessione, ma con il miglioramento della situazione mercoledì, una potenziale diminuzione delle scorte potrebbe spingere nuovamente al rialzo il prezzo del petrolio greggio.

Prospettive di mercato e decisioni chiave

Sul fronte delle borse, si osserva una lieve ripresa, con l’indice Hang Seng sostanzialmente stabile e le borse europee in avanzamento. Entrambe le borse tedesche, il DAX e l’European Stoxx 50, stanno recuperando dalle perdite subite martedì. I future sull’equity statunitense indicano un’apertura positiva a Wall Street in seguito a questa ripresa.

Un elemento chiave da tenere d’occhio è la probabilità che la Federal Reserve metta in pausa gli aumenti dei tassi di interesse nel suo incontro di settembre. Secondo l’indicatore CME Group FedWatch, i mercati stimano un’86,5% di probabilità che ciò accada.

Analisi tecnica dell’indice del dollaro USA

Sotto un punto di vista tecnico, il Dollaro Americano ha superato una fase critica nell’Indice del Dollaro Americano (DXY). L’attraversamento al rialzo della zona che ospita sia la media mobile semplice a 100 giorni che quella a 55 giorni ha rappresentato un passo significativo, minando le posizioni ribassiste sull’USD.

Tuttavia, mercoledì si osserva un leggero ritiro del Dollaro Americano, ponendo l’attenzione sulla media mobile semplice a 100 giorni a quota 102,31 come livello chiave di supporto.

Da un punto di vista positivo, la sfida successiva sarà superare con una chiusura giornaliera sopra il livello chiave di 102,45, dove si trova la media mobile semplice a 55 giorni. Tuttavia, è importante notare che il precedente superamento al ribasso di questo indicatore potrebbe indicare una mancanza di interesse per l’acquisto.

Qualora il Dollaro Americano dovesse consolidare al di sopra di questo livello, potrebbe intraprendere un percorso verso quota 103, raggiungendo un nuovo massimo mensile.

Sul versante opposto, i sostenitori dell’USD si impegneranno a difendere la media mobile semplice a 100 giorni a 102,31, al fine di evitare una cancellazione completa dei guadagni accumulati durante la settimana.

In caso di fallimento, il Dollaro Americano potrebbe subire una brusca discesa verso quota 102,00, con il minimo recente a 101,74 che rappresenta un livello cruciale da monitorare.

logo broker etoro

Nei migliori broker CFD hai la possibilità di fare trading sul cross Eur/Usd. Noi consigliamo eToro (qui la recensione), dove puoi aprire un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri. Abbiamo anche dedicato un approfondimento su come fare trading su Eur/Usd con eToro.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.