La Banca centrale della Russia ha mantenuto la sua politica monetaria stabile e ha lasciato invariato il suo tasso di interesse di riferimento al 20%. L’istituto banchiere ha però avvertito di una notevole incertezza, con l’economia che sta subendo una “trasformazione strutturale su larga scala“.

Alla fine di febbraio, poco dopo che le forze russe hanno invaso l’Ucraina, la CBR ha più che raddoppiato il tasso di interesse di riferimento dal 9,5% al 20% nel tentativo di sostenere la sua valuta nazionale, in rapida picchiata, e mitigare l’impatto delle dure sanzioni internazionali. Nella sua dichiarazione odierna, la CBR ha aggiunto che il forte aumento del suo tasso chiave ha “aiutato a sostenere la stabilità finanziaria”.

L’economia russa sta entrando nella fase di una trasformazione strutturale su larga scala, che sarà accompagnata da un temporaneo ma inevitabile periodo di aumento dell’inflazione, principalmente legato agli aggiustamenti dei prezzi relativi in una vasta gamma di beni e servizi“, ha detto. “La politica monetaria della Banca di Russia è impostata per consentire un graduale adattamento dell’economia alle nuove condizioni e un ritorno dell’inflazione annuale al 4% nel 2024″.

Ricordiamo che il rublo è affondato ai minimi storici contro il dollaro sulla scia di una raffica di nuove sanzioni e pene imposte a Mosca dagli Stati Uniti e dagli alleati europei, prima di moderarsi nelle ultime settimane. La valuta si è seduta a poco più di 103 per il dollaro dopo la decisione.

All’inizio di questa settimana, la Russia è riuscita a evitare uno storico default del debito completando alcuni dei suoi pagamenti di obbligazioni sovrane in dollari. Il ministero delle finanze russo ha detto il Paese ha rispettato puntualmente i suoi obblighi di pagare le cedole sugli eurobond denominati in dollari.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.