L’Europa è preoccupata per una nuova legge USA: di che si tratta e cosa potrebbe accadere

primo piano di Joe Biden che parla da un pulpito

L’Unione Europea nutre “serie preoccupazioni” in relazione alla legge statunitense sulla riduzione dell’inflazione, affermando che essa viola le regole del commercio internazionale.

Ad affermare questa dura presa di posizione sarebbe un documento ufficiale di cui la CNBC ha preso visione, e che contrasta le conclusioni dell’ampio disegno di legge in materia fiscale, sanitaria e climatica da parte dell’amministrazione Biden, approvato dai legislatori statunitensi in agosto e in grado di comprendere una spesa record di 369 miliardi di dollari per le politiche climatiche ed energetiche. Il pacchetto di riferimento comprende crediti d’imposta per le auto elettriche prodotte in Nord America e sostiene le catene di fornitura di batterie statunitensi.

I funzionari europei hanno riconosciuto le ambizioni ecologiche associate al pacchetto, ma sono preoccupati per “il modo in cui sono stati concepiti gli incentivi finanziari previsti dalla legge“. Il documento sarà ora presentato ai funzionari statunitensi insieme a nove disposizioni in materia di crediti d’imposta con le quali l’UE potrebbe avere problemi.

Non è la prima volta che l’Europa esprime le sue preoccupazioni su questa politica. Il mese scorso il commissario della concorrenza UE, Margrethe Vestager, ha dichiarato che “per una questione di principio, non si dovrebbe fare questo contro gli alleati“, riporta il Financial Times.

Insomma, secondo il quotidiano finanziario l’Unione Europea è preoccupata per le potenziali nuove barriere commerciali che gravano sui produttori europei di veicoli elettrici. E non sono gli unici: anche la Corea del Sud, ad esempio, ha sollevato la stessa preoccupazione. Ngozi Okonjo-Iweala, direttore generale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, ha intanto dichiarato poche ore fa che i Paesi devono essere “molto attenti che qualsiasi politica venga adottata non sia discriminatoria, non favorisca i beni nazionali”.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Le ultime news su Macroeconomia

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.