Investire in Corea del Nord: un’opportunità da non perdere?

corea nord

Gli analisti iniziano ad aprire all'opportunità di investire nella Corea del Nord dopo il recente incontro con gli USA.

CONDIVIDI

La potenziale apertura dell'economia della Corea del Nord dopo le sue prove di pace con gli Stati Uniti, potrebbe significare enormi opportunità commerciali per gli investitori – e non solo.

Ad affermarlo è il magnate dell'investimento Mark Mobius, presidente esecutivo di lunga data di Templeton Emerging Markets Group e fondatore di Mobius Capital Partners, secondo cui infrastrutture e attività minerarie dovrebbero rappresentare i primi punti di interesse all’interno di un Paese che dispone di una popolazione di 25 milioni di persone (a cui si potrebbero potenzialmente aggiungere anche le 50 milioni di persone della Corea del Sud).

“Significa un mercato molto più grande, e per me la cosa più eccitante è l'opportunità di avere un ponte tra Corea del Sud, Cina e Russia, perché allora potreste avere ferrovie e strade e altre infrastrutture che uniranno queste nazioni” - ha dichiarato Mobius a Squawk Box Europe.

Ricordiamo che nella giornata di ieri il presidente Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un hanno siglato un accordo storico a Singapore, in quello che è il primo summit in assoluto tra i leader dei due Paesi, avversari di lunga data. Il documento firmato alla conclusione del meeting promette di perseguire la pace tra le parti, e la denuclearizzazione della penisola coreana, pur senza menzionare scadenze o una particolare definizione di quel che si intende per "denuclearizzazione".

Eppure, Trump si è offerto di togliere le sanzioni economiche alla Corea del Nord: sanzioni che per decenni hanno tenuto fuori la penisola dai mercati internazionali. Gli investitori hanno già preso nota di tutto ciò, anche se molti mettono in dubbio la capacità del Paese di evolversi verso un'economia moderna, dato che la nazione è chiusa da gran parte del resto del mondo.

"La Corea del Nord sarebbe in grado di evolversi molto, molto rapidamente, perché il background educativo è piuttosto positivo. Basti considerare quel che sono riusciti a sviluppare nelle loro condizioni: la capacità nucleare è una prodezza tecnologica con proporzioni sorprendenti” - ha detto ancora Mobius. "Quindi credo che recupererebbero molto velocemente, e la Corea del Sud potrebbe aiutarli a farlo”.

A dimostrazione di ciò, la Corea del Sud ha effettivamente già offerto concessioni di aiuti e di scambi come parte di potenziali accordi di pace. Ad ogni modo, oltre alla forza lavoro, la Corea del Nord ha potenzialmente trilioni di dollari di risorse naturali: l'Istituto delle risorse della Corea del Nord a Seul ha stimato nel 2013 che le riserve minerarie del paese potrebbero valere 6 trilioni di dollari. Ma gli analisti regionali mettono in guardia dalle infrastrutture in rovina e dalla mancanza di affidabilità quando si tratta di rimpatriare i profitti dal Paese, con una società cinese che ha recentemente definito la sua impresa un "incubo".

Eppure, Mobius - che ha operato nei mercati emergenti e di frontiera per oltre tre decenni, è decisamente rialzista. “Consideriamo il Paese innanzitutto in termini di capacità mineraria: terre da esplorare, petrolio, gas, ci sono enormi risorse nel Nord che potrebbero essere sfruttate”, ha detto. “Quindi, ovviamente, la rivoluzione dei consumi avverrà una volta che il tenore di vita comincerà a salire”.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro