Mercati asiatici in calo dopo attacco a centrale nucleare ucraina

nucleare

I mercati asiatici contano le perdite dopo l'aggravarsi del conflitto tra la Russia e l'Ucraina e l'attacco a una centrale nucleare.

Le azioni dell'area Asia-Pacifico hanno ceduto il passo nelle scorse ore sotto i colpi dell’aggravarsi della crisi ucraina. L'indice Hang Seng di Hong Kong ha guidato le perdite a livello di macro zona, cedendo il 2,5% per chiudere a 21.905,29 punti, con le azioni di HSBC che sono diminuite del 3,38%. Nella Cina continentale, lo Shanghai Composite ha perso lo 0,96% per finire la sua giornata di trading a 3.447,65 punti, mentre il l’indice di Shenzhen è sceso dell'1,374% a 13.020,46 punti.

In Giappone, il Nikkei 225 è sceso del 2,23% per chiudere a 25.985,47 punti, con le azioni del conglomerato SoftBank Group in calo del 4,78%, mentre l'indice Topix ha perso l'1,96% a 1.844,94. Il Kospi della Corea del Sud è sceso dell'1,22% a 2.713,43. In Australia, l'S&P/ASX 200 ha perso lo 0,57%, chiudendo a 7.110,80. Il più ampio indice MSCI delle azioni dell'Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dell'1,48%.

Ricordiamo come i principali indici di Borsa dell'Asia-Pacifico abbiano esteso le perdite venerdì dopo le notizie dell’attacco a una centrale nucleare in Ucraina - la più grande in Europa. Alcune di queste perdite sono state poi ridotte dopo che il direttore della centrale nucleare ha detto che la sicurezza della struttura è stata protetta, almeno per il momento. Le autorità ucraine hanno postato un successivo aggiornamento che l'incendio è stato spento.

"Il sentimento del rischio rimane fragile ed è molto influenzato dai titoli di Russia/Ucraina, così come dalle banche centrali che sembrano impegnate ad aumentare i tassi, e che stanno anche notando rischi al rialzo per l'inflazione", ha scritto Tapas Strickland, un economista della National Australia Bank, in una nota.

Gli investitori continuano altresì a monitorare i prezzi del petrolio, aumentati rapidamente negli ultimi giorni, anche al netto di una parziale flessione giovedì dopo giorni di rapido incremento, con i futures sul greggio degli Stati Uniti che ad un certo punto sono saliti ad un livello visto per l'ultima volta nel settembre 2008.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X