Foxconn, il più grande produttore di elettronica su commissione al mondo, ha registrato un forte calo delle entrate nel mese di novembre, principalmente a causa della necessità di fronteggiare le conseguenze dell’epidemia di Covid e le agitazioni dei lavoratori in quella che è la più importante fabbrica di iPhone al mondo in Cina.

L’azienda taiwanese ha dunque dichiarato che il mese scorso le entrate sono state pari a 551,1 miliardi di dollari taiwanesi (14,7 miliardi di dollari), in calo di oltre il 29% rispetto a ottobre e di oltre l’11% rispetto al 2021.

Foxconn ha poi specificato che il calo è dovuto al fatto che “la produzione è entrata gradualmente nella fase di bassa stagione e una parte delle spedizioni è stata influenzata dall’epidemia a Zhengzhou“, dove è ospitato il più grande impianto di assemblaggio di iPhone.

Alla fine di ottobre, la fabbrica di Zhengzhou era stata colpita da un’epidemia di Covid e Foxconn ha lottato per tenerla sotto controllo con misure come i test e l’isolamento dei lavoratori infetti, oltre che l’effettiva chiusura dell’impianto.

Il mese scorso, i dipendenti si sono scontrati con il personale di sicurezza dello stabilimento di Zhengzhou e alcuni lavoratori si sono rivolti ai social media per esprimere le loro rimostranze su quello che sembrava essere un ritardo nel pagamento delle remunerazioni. La Foxconn si è poi scusata per un “errore tecnico” che ha causato i problemi di erogazione delle retribuzioni.

“Al momento, la situazione generale dell’epidemia è sotto controllo e novembre è stato il periodo più colpito dall’epidemia“, ha dichiarato l’azienda. “Oltre a riallocare la capacità produttiva di diversi stabilimenti, abbiamo anche iniziato ad assumere nuovi dipendenti e ci stiamo gradualmente muovendo verso il ripristino della capacità produttiva alla normalità (…) Le previsioni per il quarto trimestre dovrebbero essere più o meno in linea con il consenso del mercato“, ha aggiunto.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.