Goldman Sachs si dichiara ottimista (anzi, molto ottimista!) sulla crescita delle azioni cinesi nel 2023 tanto che il passaggio dalla “riapertura alla ripresa” dell’economia del Paese asiatico dovrebbe portare i titoli azionari a un rialzo del 24% entro la fine dell’anno.

Secondo una nota rilasciata poche ore fa, l’azienda ritiene di poter vedere un potenziale rialzo del 24% per l’indice MSCI China quando il Paese supererà la fase di riapertura seguita alle severe politiche di azzeramento dei dividendi e passerà a una fase di crescita.

Riteniamo che il tema principale del mercato azionario si sposterà gradualmente dalla riapertura alla ripresa, con il driver dei potenziali guadagni che probabilmente ruoterà dall’espansione multipla alla crescita/conseguimento degli utili“, hanno dichiarato nella nota gli strateghi di Goldman Sachs, tra cui il chief China equity strategist Kinger Lau.

Ricordiamo che i titoli cinesi sono entrati in territorio di mercato rialzista intorno al Capodanno lunare all’inizio dell’anno, con l’indice MSCI China che ha raggiunto il suo massimo a fine gennaio con un rialzo di quasi il 60% rispetto ai minimi di ottobre.

Alla chiusura di venerdì, comunque, l’indice aveva perso circa l’8% dal picco del 27 gennaio, ponendolo in prossimità del territorio di correzione del mercato, una condizione in cui l’indice scende di oltre il 10% dal suo recente picco.

Ricordiamo anche che l’MSCI China tiene traccia di oltre 700 titoli cinesi quotati a livello globale, tra cui Tencent, BYD e Industrial and Commercial Bank of China e che a luglio Goldman Sachs aveva tagliato le sue previsioni sugli utili dell’indice a crescita zero.

Goldman Sachs prevede che l’economia cinese crescerà del 5,5% nell’intero 2023, grazie a una crescita del secondo e terzo trimestre che ora è stimata rispettivamente al 9% e al 7%.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.