Tassi fermi per la Reserve Bank of Australia

La Banca centrale australiana ha mantenuto il suo tasso sui depositi fermo ad un minimo storico dell’1% nella decisione di poche ore fa, affermando di attendersi che la propria politica di allentamento monetario possa stimolare una più ampia crescita economica nei prossimi trimestri. Contemporaneamente, la Reserve Bank of Australia (RBA) ha lasciato la porta socchiusa per ulteriori tagli, dopo le riduzioni dei quarti di punto di giugno e di luglio, che hanno permesso di dare una spinta ai consumi.

Il governatore della, RBA Philip Lowe, ha riconosciuto che il consumo interno è stata la principale fonte di incertezza economica nel recente passato, ribadendo che il Consiglio di politica monetaria continuerà a monitorare gli sviluppi, anche del mercato del lavoro, e ad allentare ulteriormente la politica monetaria se necessario, al fine di sostenere gli obiettivi di crescita e inflazione.

Lowe ha espresso poi la speranza di un rafforzamento della spesa dei consumatori nei prossimi mesi, aiutato da una ripresa del reddito disponibile delle famiglie grazie ai recenti tagli fiscali e da una “stabilizzazione” del mercato immobiliare del Paese.

Gli occhi degli investitori saranno ora concentrati ai dati macro di domani, che probabilmente mostreranno la crescita del prodotto interno lordo (PIL) trimestrale australiano al di sotto delle stime recentemente già ribassate dall’RBA. Attualmente una stima mediana di un panel di 20 economisti prevede che l’economia australiana probabilmente è cresciuta dello 0,5% nel secondo trimestre rispetto alle aspettative di RBA dello 0,8%. La crescita annuale è invece vista rallentare ad un minimo decennale dell’1,5%.

Insomma, forse la Banca centrale australiana è stata finora un po’ troppo ottimista sullo sviluppo economico locale, influenzata anche da discreti prospettive sull’occupazione: recentemente l’Australia ha visto una forte crescita dell’occupazione, ma il tasso di disoccupazione è comunque rimasto al di sopra del 5% da febbraio di quest’anno, e dunque più alto dell’obiettivo del 4,5% fissato dalla RBA.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Mercati Emergenti

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.