Dividendi 2018: quali saranno i migliori dividend yield tra le azioni europee?

Dividendi 2018: quali saranno i migliori dividend yield tra le azioni europee?
© Shutterstock

I dividendi vengono considerati un valido strumento per attenuare la volatilità dei rendimenti azionari

CONDIVIDI

La stagione dei dividendi 2018 è oramai imminente. Come sempe avviene in questo periodo gli investitori sono alle ricerca di indicazioni e analisi sui migliori dividend yield ossia sulle azioni che staccheranno il dividendo dal rendimento migliore. Del resto i dividendi vengono da sempre considerati come un strumento capaci di ridurre l'impatto della volatilità dei rendimenti azionari. Le previsioni sui dividendi 2018 sono molto positive. Secondo gli analisti di Allianz Global Investors, le azioni europee distribuiranno qualcosa come 323 miliardi di euro di dividendi nel 2018. Ovviamente non tutte le borse saranno generose allo stesso modo. In altre parole ci saranno mercati azionari che distribuiranno dividendi ad alto rendimento e mercati azionari che invece saranno meno generosi. 

Considerando che rispetto ai dividendi 2017, ammontare delle cedole in distribuzione nel corso del 2018 è cresciuto del 7,7% (ossia 23 miliardi di euro in più), si può affermare che oggi come oggi i dividendi rappresentano un motivo in più per investire nelle azioni europee. Jörg de Vries-Hippen, CIO Equity Europe di Allianz Global Investors, ha affermato che l'outlook sull'azionariato europee nel 2018 è molto positivo. Secondo l'analista, in particolare, gli utili aziendali dovrebbero registrare una crescita generando un impatto positivo "sulla distribuzione di dividendi e i pay-out ratio delle società". In termini numerici l'analista si attende una crescita degli utili dell'8% circa. Il livelli di questa variazione potrebbe però subire delle revisioni al ribasso nel caso in cui il cambio Euro Dollaro dovesse ancora rafforzarsi. C'è poi anche una buona indicazione ereditata dal 2017 a spingere a puntare sulle azioni europee anche nel 2018. Lo scorso anno, infatti, ben l'80% degli utili è stato distribuito in dividendi. Si è trattato di un record senza precedenti. La decisione delle società europee di aumentare la quota di utili destinata alle cedole ha rappresentato anche un segnale chiarissimo. Per la prima volta, infatti, le stesse società hanno dimostrato di non voler puntare ad una crescita ad ogni costo ma di essere interessate anche all'azionista. 

Per individuare quelli che potrebbero essere i dividend yield più alti sul mercato europeo nel 2018, è utile riportare quello che è avvenuto nel 2017. E' lo stesso analista a ricordare che in Europa nel 2017, "il dividend yield medio più alto si è registrato in Portogallo (4,47%), seguito da Spagna (4,07%) e Finlandia (4,02%)" mentre - prosegue Allianz - "Il Regno Unito, tradizionalmente il mercato più importante per i cacciatori di dividendi in termini di volumi, si è posizionato al quarto posto con il 3,98%". Il dividend yield delle azioni italiane invece hanno regalato a Borsa Italiana l'ottavo posto di questa classifica.

Di seguito la classifica dei migliori rendimenti generati dai dividendi 2017. L'elenco è ovviamente "per paese":

  1. Portogallo 4,47%
  2. Spagna 4,07%
  3. Finlandia 4,02%
  4. Regno Unito 3,98%
  5. Norvegia 3,95%
  6. Belgio 3,45%
  7. Svezia 3,34%
  8. Italia 3,34%
  9. Svizzera 3,07%
  10. Francia 3,04%
  11. Germania 2,51%
  12. Paesi Bassi 2,47%
  13. Austria 2,22%
  14. Danimarca 2,09%
  15. Irlanda 1,47%

Al di là dei dati riferiti ai singoli paesi è comunque tutta l'Europa a stare bene. Hans-Jörg Naumer, Head of Global Capital Markets Analysis and Thematic Research ha infatti affermato che "da anni il dividend yield in Europa supera di oltre due punti percentuali il rendimento dei Bund decennali". 

Insomma, in attesa di conoscere i dividendi 2018, è un dato di fatto che investire in azioni europee conviene anche alla luce delle cedole da tali titoli garantite. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions