Crisi Italia troppo difficile da gestire per l’UE?

ue

Le turbolenze politiche italiane potrebbero essere troppo gravi per la stabilità dell'UE.

CONDIVIDI

Le turbolenze politiche italiane potrebbero essere troppo difficile da gestire per l’Unione Europea, tanto da essere potenzialmente più gravi della crisi finanziaria greca e del voto sulla Brexit. Ad affermarlo è il ministro delle finanze della Lettonia, Dana Reizniece-Ozola, che ha affermato come “se l'Italia non riuscirà a formare un governo ancora europeista e ancora dedito alle riforme, e riportare il Paese nella corretta posizione di bilancio, verrebbe a crearsi un danno maggiore (di Brexit, ndr) per l'intera Europa”.

Ancora prima delle elezioni politiche, peraltro, la situazione finanziaria italiana era già un importante punto di preoccupazione per i 28 membri del blocco UE. La sua crescita è debole, la disoccupazione è all'11%, il suo debito pubblico è al 132% del prodotto interno lordo (PIL) rispetto all'87% della zona euro, garantendosi così la ben poco ambita posizione di quinto Paese più indebitato al mondo e il secondo in Europa, dopo la Grecia.

A conferma di ciò, durante il panel dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), Reizniece-Ozola ha dichiarato: “Potremmo gestire la Grecia, potremmo e gestiremo la Brexit ... ma l'Italia sarà troppo difficile da gestire”.

Sul fronte interno, intanto, la giornata di oggi dovrebbe essere quella decisiva, e le ore a venire dovrebbero essere fondamentali per la costituzione di un governo politico o tecnico…

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro