Azioni Deutsche Bank escluse dall’indice Eurostoxx 50: è un nuovo assist per andare short?

Il prestigioso indice europeo EuroStoxx 50 ha perso una delle sue azioni più rappresentantive. La banca tedesca Deutsche Bank non farà più parte dell’importante indice azionario europeo. La notizia dell’esclusione potrebbe potenialmente avere un impatto molto negativo sulle azioni della banca tedesca non fosse altro per quello che è il ruolo da sempre vantato dall’EuroStoxx 50 (per avere ben chiaro quello di cui sto parlando ti invito a leggere cosa è e come funziona l’indice EuroStoxx 50). L’impatto negativo dell’esclusione sulle azioni Deutsche Bank potrebbe però essere mitigato dal fatto che tanti analisti si attendevano una decisione di questo tipo da parte della società che gestisce l’indice azionario europeo. Il valore delle azioni Deutsche Bank, infatti, oramai da mesi è in continuo calo e, poichè l’accesso all’EuroStoxx 50 è subordinato al rispetto di una serie di requisti che riguardano anche i livelli di capitalizzazione, la cacciata di Deutsche Bank era da molti ritenuta oramai una questione di tempo.

Andando a guardare al grafico storico relativo all’andamento delle azioni DB emerge un quadro molto complesso. Dall’inizio dell’anno le quotazioni della banca tedesca hanno perso il 38% nonostante il robusto piano di ristrutturazione interno che è stato avviato (con annesso taglio dei costi e quindi licenziamenti). E’ però allargando l’arco temporale che è possibile vedere meglio il vero e proprio crollo di Deutsche Bank negli ultimi anni. Dopo un rally precedente all’arrivo della grande crisi finanziaria, DB ha rimediato una serie di tonfi che hanno portato ad un deprezzamento del 90%. 

Il fatto che Deutsche Bank sia fuori dall’indice EuroStoxx 50 potrebbe determinare una nuova ondata ribassista sul titolo. Appunto per questo motivo non è da escludere l’adozione di una strategia short nel trading sulle azioni DB se non altro nel brevissimo termine. L’uscita di Deutsche Bank dall’EuroStoxx è stata valutata negativamente dall’analista di LBBW Uwe Streich secondo il quale “l’uscita dall’Eurostoxx 50 sembra contraddire la stessa immagine della banca, una delle più grandi dell’Eurozona. Rientrare sarà molto difficile”.

La banca tedesca dal canto suo ha commentato l’esclusione con un comunicato che prova a gettare acqua sul fuoco: “Il management di Deutsche Bank è fortemente impegnato nell’esecuzione della già annunciata strategia di miglioramento della profittabilità. Ci aspettiamo che ciò sosterrà la valutazione da parte del mercato e quindi aumenterà la capitalizzazione. Tale impegno e le nostre attività in corso per rafforzare la banca non vengono influenzati dall’annuncio del fornitore dell’indice“. Come dire, la cacciata dall’Eurostoxx 50 è oramai avvenuta ma l’istituto sarà sempre impegnato a perseguire la politica di rafforzamento e risanamento in atto. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borse Europee

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.