Skin ADV

Basf in picchiata a Francoforte dopo il taglio sulle stime di crescita

Basf in picchiata a Francoforte dopo il taglio sulle stime di crescita
© Shutterstock

Seduta molto pesante quella di ieri per le azioni Basf che pagano la decisione della società di rivedere al ribasso gli utili

Con un comunicato nella serata di lunedì, il colosso chimico tedesco Basf ha comunicato a tutti gli stakeholder che gli utili per la restante parte del 2019 saranno inferiori alle attese.



✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝 Ricevi la tua carta MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici bancari in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝 Ricevi la tua carta MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici bancari in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

La notizia ha scosso il mercato, con il titolo che è crollato ieri alla borsa di Francoforte, arrivando a cedere il 6%.

Il rallentamento economico, dovuto alle tensioni commerciali tra Usa e Cina, si sta ripercuotendo sul settore industriale e in particolare sulla domanda dei prodotti chimici del comparto auto.

Secondo il comunicato della società tedesca, il margine operativo netto dell’azienda dovrebbe attestarsi per il 30% al di sotto del livello dello scorso anno; le stime prevedevano invece un incremento tra l’1 e il 10%.

Anche il livello delle vendite è stato rivisto in calo rispetto allo scorso anno, in netto contrasto con le stime che ipotizzavano invece una crescita compresa tra l’1 e il 5%.

Analisi del titolo a cura di EXANTE

Al momento della scrittura le azioni della compagnia chimica vengono scambiate a 60,350€, mostrando un saldo negativo del 3.59%, con un minimo raggiunto nella prima parte della mattinata a 58,550 euro.

La seduta di lunedì si è chiusa invece in leggero rialzo (+ 0.05%) a quota 62,590 euro.

Lo scenario dell’ultimo mese rileva un andamento rialzista del titolo, ma la discesa odierna al di sotto del supporto a 60.8 euro potrebbe cambiare con ogni probabilità gli equilibri del mercato.

Una nuova discesa al di sotto dei minimi odierni aumenterebbe ulteriormente la pressione in vendita, con il rischio concreto di assistere ad un retest dei minimi di dicembre 2018 a quota 57.40 euro.

Per nuovi ingressi long è consigliabile a questo punto attendere un chiaro segnale rialzista, ovvero il recupero di area 62.3 euro.

Le prossime resistenze sono posizionate a 60.8, 61.5 e 62,3 euro; mentre troviamo un supporto a 58.8 e 57.40 euro.

Nella borsa di Milano il titolo Basf scambia invece attualmente a 60 euro, in calo di quasi il 4%.

Matteo Oddi di EXANTE ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro