Titoli di Stato italiani: spread tra BOT semestrali e Overnight Index Swap cambia direzione

Titoli di Stato italiani: spread tra BOT semestrali e Overnight Index Swap cambia direzione
© Shutterstock

Il ritorno della tensione sui titoli di stato italiani non dovrebbe essere drammatizzato oltre misura

CONDIVIDI

L'incremento dello spread Btp Bund ha sancito il ritorno della tensione su tutto l'obbligazionario italiano. Mentre su Borsa Italiana le azioni delle banche continuano a registrare ribassi più o meno marcati, l'attenzione degli analisti si è spostata sui titoli di stato italiani. La nomina di Giuseppe Conte a presidente del consiglio incaricato di un governo Lega Movimento 5 Stelle ha determinato una pioggia di report preoccupanti da parte di analisti e broker. Il senso di tutte le analisi è così riassumibile: c'è il rischio che un eventuale braccio di ferro Roma Bruxeles determini un ulteriore allargamento dello spread. 

I primi effetti dalle tensione che serpeggia sull'Italia si sono visti ad oggi soprattutto per quello che riguarda la parte più a breve termine dei titoli di stato italiani ossia i BOT a sei mesi. Sulla parte bassa dalla curva si è quindi vista una pressione che, per ora, rappresenta soprattutto un segnale su quello che potrebbe essere. 

Lo spread tra tasso Bot 6 mesi e titoli Overnight Index Swap a 6 mesi ha segnato il passo invertendo il suo andamento. Secondo l'analista Antonio Cesarano, Chief global strategist di Intermonte Sim, quanto avvenuto "è dovuto al fatto che le forti escursioni di prezzo causate dalle turbolenze politiche hanno richiesto reintegri continui della garanzia".

Ma che cosa è lo spread fra BOT semestrali e OIS a sei mesi (cosa ben diversa dallo spread Bt Bund)?

Fino alla prima parte del 2017, i tassi del BOT semestrali erano meno negativi del corrispondente tasso OIS semestrale. A seguito del venir meno della possibile affermazione della Le Pen in Francia, c'è stata una inversione di tendenza marcata. Secondo l'analista il cambio di passo è avvenuto perchè "i collateral managers hanno preferito gradualmente sostituire parte dei Bubils tedeschi con i Bot per ridurre il costo del collaterale (ossia dei titoli offerti in garanzia) utilizzato nelle transazioni finanziarie".

A seguito della tensione politica sull'Italia, con lo spettro di un governo populista, la situazione grafica è nuovamente cambiata. L'andamento del BOT a sei mesi potrebbe essere collegato alle vednite dei collateral managers. Per farla breve secondo Cesarano quello che avviene sui titoli di stato italiani è causato da fattori tecnici che sono a loro volta collegati alla situazione politica in Italia. Afferma nel suo report l'analista che "i livelli di spread raggiunti dai Bot vs Ois segnalano che almeno il flusso di vendita dei collateral managers nel breve potrebbe essere terminato. Inoltre, potrebbe stare iniziando il flusso di acquisto di parte a breve italiana (ad esempio Btp 2 anni) per sfruttare l’improvviso carry positivo (differenza tra tasso del titolo e costo del finanziamento dello stesso) che si è venuto a creare". 

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro