MPS: nell’esercizio 2018 torna l’utile e si azzera la perdita record del 2017

Nessun crollo per le azioni Banca MPS su Borsa Italiana a seguito della pubblicazione dei conti dell’esercizio 2018 ma anzi un leggero ritorno degli acquirenti che rappresenta, comunque, un segnale (positivo) importante. Mentre è in corso la scrittura del post, la quotazione Monte dei Paschi registra un rialzo dello 0,7 per cento a quota 1,24 euro. L’andamento positivo del titolo MPS non scalfisce comunque il consolidato trend negativo che caratterizza la banca. Restando solo al breve termine, la performance Monte dei Paschi su base mensile ha registrato un calo del 17,8 per cento. 

Il rialzo di MPS a seguito dell’approvazione dei conti del 2018 è sostenuto da un evento molto importante: l’esercizio della banca si è infatti chiuso con un ritorno all’utile e un annullamento della maxi perdita emersa nell’esercizio 2017. Numericamente parlando, l’utile netto consolidato di Monte dei Paschi al 31 dicembre 2018 è stato pari a 279 milioni di euro contro la perdita di 3,5 miliardi di euro registrata nel 2017 e causata dalle tante svalutazioni straordinarie. Purtroppo dai ricavi 2018 di Monte dei Paschi non sono invece emersi segnali positivi. Il giro d’affari della banca, infatti, ha registrato un ribasso a 3,29 miliardi di euro, in calo del 18,3 per cento rispetto al 2017. Anche il margine di interesse di MPS alla fine del 2018 è stato pari a 1,74 miliardi di euro con un calo del 2,5 per cento nel confronto con l’esercizio 2017. In rosso anche le commissioni nette che alla fine dell’anno 2018 erano pari a 1,52 miliardi di euro con un calo del 3,4 per cento anno su anno. 

Ultimi due aspetti da tenere in considerazion per giudicare i conti 2018 di Monte dei Paschi e avere indicazioni su come posizionarsi sulle azioni sono coefficienti patrimoniali e volume crediti deteriorati. Al 31 dicembre 2018, il Common Equity Tier 1 Ratio di MPS era pari al 13,7 per cento contro il 14,8 per cento di fine 2017 mentre il Total Capital Ratio era del 15,2 per cento in rialzo dal 15 per cento dell’anno precedente. I crediti deteriorati di Monte dei Paschi alla fine del 2018 si attestavano invece a 7,9 miliardi di euro, in calo rispetto al dato di dicembre 2017 (allora erano pari a 6,9 miliardi di euro. Attenzione perchè i crediti deteriorati di Banca MPS sono calati anche nel confronto con il dato al 30 settembre 2018 quando erano pari a 0,6 miliardi di euro. 

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.