Asta CTZ novembre 2020 e BTP indicizzati all’inflazione: aggiornamento risultati e rendimento

Tre diversi titoli di stato sono stati collocati dal Tesoro oggi 22 febbraio. Come si evince dall’agenda macro dell’utima di Ottava, in asta vi erano: il CTZ scadenza novembre 2020, il BTP indicizzato all’inflazione maggio 2023 e il BTP indicizzato all’inflazione settembre 2032. Per ciascun titoli presentiamo in questo post le caratteristiche del collocamento, i risultati dell’emissione e il rendimento ottenuto. 

CTZ scadenza novembre 2020: rendimento e risultati asta oggi

La definizione completa del CTZ che è stato collocato oggi 22 febbraio è: nona tranche CTZ scadenza 27 novembre 2020 e codice ISIN: IT0005350514. La domanda per questo titolo è stata molto forte con un ammontare complessivo del collocamento che si è attestato a 2,25 miliardi di euro al massimo della forchetta indicata dal ministero dell’Economia e delle Finanze e compresa nel range tra 1,75 e 2,25 miliardi di euro. La richiesta è stata pari a 4,1 miliardi di euro andando così a determinare un rapporto di copertura che si è attestato a quota 1,82, in rally rispetto al precedente rapporto di 1,47 dell’asta di gennaio. Il rendimento del CTZ è salito allo 0,592 per cento contro lo 0,366 per cento del collocamento del mese di gennaio 2019. Il dato saliente che è emerso dal collocamento del CTZ novembre 2020 è stato un aumento del rendimento.

BTP indicizzato all’inflazione maggio 2023: rendimento e risultati asta oggi

La definizione completa del primo BTP indicizzato all’inflazione e collocato oggi dal Tesoro è: settima tranche BTP indicizzato con scadenza maggio 2023 e codice ISIN IT0005329344. L’importo richiesto per questo BTP è stato pari a 1,46 miliardi mentre l’importo assegnato è stato pari a 850 milioni di euro. Considerando questi dati il rapporto di copertura è ammontato a 1,72. Il rendimento lordo complessivo del BTP indicizzato all’inflazione scadenza maggio 2023 è ammontato all’1,1 per cento sulla base di un prezzo di aggiudicazione di 95,9. 

BTP indicizzato all’inflazione settembre 2032: rendimento e risultati asta oggi 

La definizione completa del secondo BTP/inflazione di oggi è: vendiduesima tranche del BTP scadenza settembre 2032 e codice ISIN IT0005138828. L’importo richiesto è stato pari a 791 milioni di euro mentre l’importo assegnato è stato pari a 450 milioni di euro. Considerando questi dati il rapporto di copertura è stato pari a 1,97. Il rendimento lordo complessivo del BTP indicizzato all’inflazione settembe 2032 è stato pari al 2,24 per cento sulla base di un prezzo di aggiudicazione di 88,64. 

Considerando entrambi i BTP, il Tesoro ha collocato titoli per un ammontare di 1,25 miliardi di euro, valore che si colloca al massimo del range indicato dal MEF e compreso tra 750 milioni e 1,25 miliardi di euro. 

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.