Saldo dividendo Enel 2019 oggi 22 luglio lo stacco, occhio alle azioni sul Ftse Mib

Saldo dividendo Enel 2019 oggi 22 luglio lo stacco, occhio alle azioni sul Ftse Mib

Enel oggi staccherà il saldo sul dividendo relativo all'esercizio 2019: le azioni ripartono dal crollo dell'ultima di Ottava

CONDIVIDI

Azioni Enel in primo piano su Borsa Italiana oggi 22 luglio. Dopo il pesante crollo delle quotazioni della compagnia elettrica avvenuto lo scorso venerdì, il titolo Enel potrebbe oggi fare i conti con lo stacco del saldo sul dividendo 2019, relativo all'esercizio 2018.

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Come da calendario societario, è previsto per oggi 22 luglio lo stacco della cedola a titolo di saldo che il consiglio di amministrazione della società ha riconosciuto a tutti gli azionisti. Il saldo dividendo Enel 2019 è pari a 0,14 euro per azione. Tale remunerazione si va ad aggiungere agli altri 0,14 euro che sono stati staccati in precedenza a titolo di acconto (considerando i due importi, quindi, il dividendo Enel 2019 complessivo è pari a 0,28 euro: Dividendo Enel 2019 a 0,28 euro (saldo più acconto) e risultati 2018 in crescita: azioni "calde" su Borsa Italiana oggi.

Considerando il prezzo di chiusura delle azioni Enel nella seduta di venerdì 19 luglio, il rendimento del saldo dividendo Enel 2019 sarà quindi pari al 4,3 per cento.

Come spesso avviene quando ci sono stacchi di cedole, il titolo Enel potrebbe avere oggi dei contraccolpi negativi dalla suddetta operazione che potrebbero vanificare il possibile tentativo di recupero "fisiologico" dopo il crollo dello scorso venerdì. L'ultima di Ottava si è infatti chiusa in modo drammatico per Enel. A causa di un forte sell-off che ha interessato tutto l'azionariato italiano in scia ai timori per una possibile crisi di governo, il settore utility (di cui Enel fa appunto parte) è andato a picco assieme al comparto bancario. 

A causa dell'allargamento dello spread BTP BUND fino a 200 punti base, un'ondata di vendite ha colpito tutto il comparto utility e, al termine di una giornata disastrosa, a cui cronaca è riassunta in questo articolo, il prezzo delle azioni Enel ha lasciato sul parterre circa il 4 per cento del suo valore. Il titolo Enel ha infatti chiuso il venerdì nero di Borsa Italiana a quota 6,228 euro. 

Sul Ftse Mib oggi Enel ripartirà alle ore 09,00 da 6,25 euro. E' interessante annotare che a causa del crollo registrato nell'ultima seduta della scorsa settimana, Enel ha praticamente cancellato tutta la sua perfornance positiva accumulata nell'ultimo mese fino alla seduta del precedente giovedì. Ad oggi il prezzo delle azioni Enel rispetto ad un mese fa è più alto di appena lo 0,82 per cento. Resta invece molto robusta la prestazione di Enel su base annua con una progressione del 28,2 per cento.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro