Le quotazioni FinecoBank hanno registrato nella prima di Ottava una flessione del 2,22 per cento a quota 8,71 euro. Come emerge dal grafico intraday nel corso della giornata il titolo Fineco ha raggiunto un minimo intraday a quota 8,7 euro per poi recuperare sui livelli di chiusura.

Pur considerando il clima negativo che anche oggi ha condizionato l’andamento dei mercati azionari europei (inclusa, ovviamente, Borsa Italiana con il Ftse Mib che ha tagliato il traguardo in ribasso dell’1,3 per cento a quota 20773 punti), non va trascurato l’impatto che ha avuto la semestrale FinecoBank nella caduta del titolo. 

La società guidata da Foti ha pubblicato i conti del primo semestre 2019 attorno a metà seduta. Assieme alla semestrale sono stati pubblicati anche i dati di raccolta al 31 luglio 2019.

I primi sei mesi dell’esercizio 2019 di Fineco si sono chiusi con ricavi pari a 323,5 milioni di euro in rialzo del 3,8 per cento rispetto ai 311,8 milioni di euro messi a segno nello stesso periodo dell’esercizio precedente. In progressione anche le commissioni nette e il margine di interesse mentre i costi netti di Fineco hanno segnato una progressione del 2,5 per cento con un un cost/income ratio del 39,4 per cento, in flessione dello 0,6 per cento su base annua. 

Fin qui i conti economici semestrali. Per quello che riguarda finanziamenti e deteriorati, FinecoBank ha chiuso il primo semestre con asset finanziari totali pari a 75,9 miliardi di euro con una progressione dell’8,7 per cento nel confronto con giugno 2018. Inoltre al 30 giugno, la raccolta di Fineco è ammontata a 3,33 miliardi di euro con un ribasso del 7 per cento anno su anno. I crediti deteriorati FinecoBank al netto delle verifiche di valore erano pari a 3,3 milioni di euro rispetto ai 2,7 milioni dell’anno precedente. Di conseguenza, il rapporto fra l’ammontare dei crediti deteriorati e l’ammontare dei crediti di finanziamento verso clientela ordinaria è stato pari allo 0,11 per cento. 

Sul fronte patrimoniale, al 30 giugno 2019 Fineco presentava un CET1 ratio consolidato pari al 17,84 per cento in flessione dal 20,98 per cento presente al 31 marzo 2019. In ribasso anche il total capital ratio che a fine giugno pari al 24,32 per cento in calo dal 29,14 di fine marzo. 

Per finire, la raccolta netta di Fineco a luglio è stata pari a 420 milioni di euro. Il dato dell’ultimo mese ha portato la raccolta netta da inizio anno a 3,75 miliardi di euro con un ribasso dello 8 per cento su base annua mentre la raccolta gestita è stata pari a 1,48 miliardi e quella amministrata ha evidenziato un disavanzo di 219 milioni. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.