Tra le azioni che oggi 14 agosto subiscono scostamenti di prezzo più significativi ci sono quelle di FinecoBank. Le quotazioni della società del risparmio gestito segnano, in apertura di seduta, un ribasso dell’1,3 per cento. Nei primi di contrattazione, FinecoBank si muove in modo decisamente peggiore rispetto a quello che è l’andamento del Ftse Mib.

Il principale indice azionario di Borsa Italiana, infatti, grazie anche al restringimento dello spread Btp Bund, segna un ribasso più sostenibile rispetto a quello delle scorse sedute (-0,46 per cento a quota 20444 punti il dato mentre è in corso la scrittura del post). 

Per quello che riguarda il calo più pronunciato del titolo FinecoBank, la flessione della società attiva nel segmento del risparmio gestito potrebbe essere messa in relazione con l’aggionamento Consob sulle partecipazioni rilevanti. 

L’autorità di controllo ha reso noto che dallo scorso 9 agosto Invesco è titolare di una quota del 3,365 per cento capitale di FinecoBank. Tale partecipazione viene identificata come “indiretta gestione non discrezionale del risparmio”. Consob ha puntualizzato che in precedenza Invesco non era tenuta ad obblighi informativi. Questo significa che prima del recente accreditamento Invesco non era titolare di alcuna quota rilevante nel capitale di FinecoBank.

Sempre restando in tema di partecipazioni rilevanti e di aggiornamenti diffusi da Consob, novità hanno anche interessato la società OVS. Consob ha reso noto che a partire dallo scorso 8 agosto 2019 Cobas Asset Management è salita al 5,002 per cento del capitale di OVS. Il 5 per cento rappresenta una soglia molto significativa nell’ambito della complessiva composizione dell’azionariato. La stessa Consob aha anche precisato che la quota del capitale di OVS che è in mano all’asset manager viene identificata con l’annotazione di “gestione discrezionale del risparmio“. Come nel caso di FinecoBank anche nel caso di OVS, non vi erano accreditamenti significativi precedenti. In altre parole, prima di questa comunicazione, l’asset manager non era accreditato di quote rilevanti nel capitale di OVS. 

Il prezzo delle azioni OVS su Borsa Italiana oggi registra un ribasso dell’1,25 per cento a quota 1,49 euro. Nel corso dell’ultimo mese la perfornance di OVS è stata negativa per il 20 per cento mentre su base annua la catena retail ha registrato un ribasso del 39 per cento. 

Per quello che invece riguarda FinecoBank, le quotazioni nel corso dell’ultimo mese hanno segnato una perdita del 13,59 per cento. Molto negativo anche il dato relativo alla performance anno su anno che ha evidenziato un ribasso del 12,3 per cento. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.