Azioni FCA e immatricolazioni ad agosto: nuovo crollo vendite, quale reazione oggi?

Azioni FCA e immatricolazioni ad agosto: nuovo crollo vendite, quale reazione oggi?

Nel mese di agosto Fiat Chrysler ha performato peggio del mercato per quello che riguarda le immatricolazioni

CONDIVIDI

I dati sulle immatricolazioni auto in Italia nel mese di agosto confermano la fase di profonda debolezza dell'industria automobilistica. Le immatricolazioni auto Fiat Chrysler riferite allo stesso periodo, dal conto loro, confermano le crescenti difficoltà del Lingotto che continua a performance peggio del settore di riferimento. E' questo, in sintesi estrema, il senso degli ultimi dati sulle vendite auto in Italia snocciolati ieri sera. Con questi dati le azioni FCA su Borsa Italiana oggi dovranno fare i conti fin dall'apertura degli scambi.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Per capire come posizionarsi sul titolo del Lingotto in borsa oggi, è necessario esaminare i dati sulle vendite auto ad agosto 2019 che sono stati comunicati ieri sera dopo la chiusura delle contrattazioni. 

Ieri sera il Ministero dei Trasporti ha reso noto che nel mese di agosto 2019, il mese estivo per eccellenza, sono state immatricolate in Italia poco meno di 89mila vetture. Il dato è risultato in flessione su base confrontabile registrando un calo del 3,1 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I dati sulle immatricolazioni auto in Italia ad agosto confermano, quindi, la fase di forte debolezza del settore automotive in Italia. In questo contesto FCA ha realizzato una performance peggiore del mercato. In pratica se il mercato auto va male, Fiat Chrysler fa addirittura peggio. 

Secondo i dati che sono stati forniti ieri sera nel post-market, prima dall'agenzia Reuters e poi dal Lingotto stesso con il classico comunicato stampa di inizio mese, le immatricolazioni FCA ad agosto si sono ridotte di ben il 16,1 per cento crollando a poco meno di 21mila vetture. La variazione percentuale è sempre epressa su base annua ossia rispetto al mese di agosto 2018. Ovviamente la flessione delle vendite FCA ha determinato anche un restringimento della quota mercato in mano al Lingotto che ora è pari al 23,4 per cento.

Con questi dati il titolo Fiat Chrysler dovrà vedersela sul Ftse Mib oggi 3 settembre. Nelle prime battute di scambi, il titolo del Lingotto sembra muoversi poco sotto la parità. Dopo aver aperto in modo invariato, le quotazioni FCA registrano ora un ribasso dello 0,37 per cento a quota 11,798 euro. Come emerge dai dati storici, nel corso dell'ultimo mese l prezzo delle azioni Fiat Chrysler ha subito un rialzo dello 0,75 per cento. Resta invece molto negativa la performance su base annua dove si evidenzia un calo delle quotazioni del 10,24 per cento. Sullo sfondo restano sempre le indiscrezioni sulla fusione FCA Renault

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro