Skin ADV

Pirelli: supporti tecnici da monitorare dopo rally su nota Camfin

Pirelli: supporti tecnici da monitorare dopo rally su nota Camfin
© Shutterstock

Pirelli ieri è stato uno dei titoli migliori sul Ftse Mib grazie alla nota di aggiornamento di Camfin

Grande performance per le azioni Pirelli nella seduta di Borsa Italiana di ieri 12 settembre. Il gruppo italiano attivo nella produzione di pneumatici è stato il titolo migliore nella seduta di ieri del FtseMib, facendo registrare un rialzo del 3.75%.

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Il mercato ha capitalizzato la notizia resa nota da Camfin, secondo azionista del gruppo Pirelli con l'11,35% dopo China National Chemical Corporation; il Consiglio di amministrazione di Camfin ha rinnovato infatti l’autorizzazione all'acquisto di azioni o strumenti finanziari fino al 5% del capitale sociale di Pirelli entro la fine di aprile 2020, poiché il prezzo delle azioni non riflette i fondamentali della società e il suo potenziale di crescita.

Dopo aver aggiornato i minimi annuali nel mese di agosto, il titolo di Pirelli nell’ultimo periodo ha finalmente ripreso la corsa al rialzo; da settembre le azioni del gruppo italiano sono salite del 17%.

Nella seduta di oggi 13 settembre Pirelli continua a scambiare con il segno positivo e al momento della scrittura segna +1%.

Il ritorno sopra quota 5.05 euro (avvenuto il 5 settembre) ha riportato fiducia nel mercato, riuscendo a calamitare nuovi acquisti.

Per dare seguito all’attuale rally il mercato deve ora superare il decisivo test della resistenza di area 5.60 euro; una chiusura al di sopra di tale livello spingerebbe con tutta probabilità i prezzi al test dei massimi dello scorso agosto.

Qualora invece il mercato dovesse venire respinto sui livelli attuali è lecito attendersi un ritracciamento fino sotto quota 5.4 euro, che non precluderebbe comunque la possibilità di assistere a nuovi rialzi nel breve termine.

Solo una chiusura al di sotto dei 5 euro comprometterebbe in questa fase il quadro tecnico del titolo, spingendo a quel punto il mercato verso un nuovo test dei minimi annuali.

Nel corso dell'ultimo mese la quotazione Pirelli ha registrato una progressione del 22 per cento. E' invece negativo il dato relativo all'andamento del titolo su base annua. Rispetto a un anno fa il prezzo delle azioni Pirelli è infatti calato del 20,47 per cento. 

iQOption
Matteo Oddi di EXANTE ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro