Perchè tutti vogliono comprare azioni MPS oggi? Analisi sui motivi dell'apprezzamento

Perchè tutti vogliono comprare azioni MPS oggi? Analisi sui motivi dell'apprezzamento
© iStockPhoto

Banca MPS vola nell'ultima di Ottava: ecco cosa spinge gli investitori a comprare

CONDIVIDI

Dopo il pesante ribasso rimediato nella seduta di mercoledì di Borsa Italiana, il titolo Monte dei Paschi oggi torna protagonista in positivo e si impone come uno dei migliori sul settore bancario.

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Mentre è in corso la redazione del post, il prezzo delle azioni Banca MPS registra un rialzo dell'1,57 per cento a quota 1,48 euro. Come emerge dal grafico intraday, Monte dei Paschi ha raggiunto oggi un massimo a quota 1,548 euro prima di ripiegare su livelli attuali. 

Considerando che il settore bancario su Borsa Italiana oggi non appare così in forma (sul Ftse Mib, ad esempio, Banco BPM e BPER Banca registrano ribassi consistenti), è evidente che ci siano dei motivi specifici per i quali gli investitori scelgono di comprare azioni MPS. In altre parole sono fattori prettamente domestici a spingere in avanti le quotazioni della banca toscana. 

I motivi del rialzo di Banca MPS nell'ultima di Ottava sono stati anticipati nell'edizione di oggi de Il Sole 24 Ore. Secondo l'analisi del quotidiano economico, Monte dei Paschi avrebbe avviato delle trattative con la Commissione Europea per alleggerire il carico di crediti deteriorati che grava sulle spalle della banca senese. Stando a quanto riportato dal quotidiano di Confindustria le trattative in corso a Bruxelles riguarderebbero ben 10 miliardi di euro di crediti deteriorati pari a qualcosa come i due terzi del totale. 

E' ovvio che se le trattative tra Banca MPS e le autorità europee dovessero riuscire a portare ad una intesa, Monte dei Paschi si presenterebbe decisamente abbellita in vista di una possibile operazione di fusione con un'altra banca italiana nell'ambito di quello che è stato ribettezzato come il risiko del settore bancario. 

Ad oggi, infatti, sono proprio i crediti deteriorati il maggior ostacolo all'appetibilità di altri istituti verso MPS. 

Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, il piano potrebbe prevedere lo spin-off a una società separata. Questa società verrebbe poi fusa con Amco, la ex Sga. Per ora si tratta solo di indiscrezioni ma la reazione del titolo Monte dei Paschi su Borsa Italiana oggi è la migliore dimostrazione di come gli investitori non attendano altro che un concreto passo in avanti in direzione dell'allegerimento dei crediti non performanti con l'obiettivo di accelerare sulla fusione con un'altra banca. Non va infatti dimenticato che entro il 2019 dovrà essere comunicato il piano del Tesoro per uscire dal capitale della banca toscana. Questo sarà uno snodo decisivo non solo per il futuro di MPS ma per tutto il sistema bancario italiano. 

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro