LSE vende Borsa Italiana ad Euronext

Lo abbiamo anticipato pochi minuti fa, commentando alcuni spunti valutativi iniziali sulla maxi operazione: LSE ha venduto Borsa Italiana ad Euronext, un gruppo paneuropeo, per 4,3 miliardi di euro. Trovano così termine le lunghe voci e il rincorrersi di indiscrezioni che davano per imminente la formalizzazione di questa operazione, e che permetteranno a Borsa Italiana di inserirsi in un nuovo agglomerato dal quale si dovrebbero ottenere sinergie per circa 60 miliardi di euro.

La conferma della cessione di Borsa Italiana ad Euronext arrivata dalla stessa LSE, la società che gestisce la Borsa di Londra, la quale nelle scorse settimane aveva avviato una serie di trattative per sondare il terreno in vista della vendita.

Come più volte abbiamo sottolineato su questo sito, erano diversi i gruppi interessati a poter rilevare le operazioni del mercato regolamentato nazionale, ma alla fine a spuntarla è stata Euronext, la cui offerta è evidentemente stata ritenuta quella più valida.

Contemporaneamente, LSE ha anche annunciato di aver trovato l’accordo per acquistare il data provider Refinitiv per 27 miliardi di dollari: è proprio questa operazione societaria ad aver di fatti sbloccato la vendita di Borsa Italiana, come peraltro precisato dallo stesso CEO del gruppo britannico, David Schwimmer, che ha sottolineato come la vendita del gruppo di Borsa Italiana potrà dare una mano per poter affrontare i problemi di concorrenza nell’UE.

Particolarmente soddisfatto dall’accordo raggiunto è il top management di Euronext, con il CEO Stephane Boujnah che ha definito l’intesa una “transazione storica per Euronext”, in grado di creare un significativo valore per gli azionisti. Secondo il CEO Borsa Italiana giocherà un ruolo di rilievo nell’operatività, nella strategia e nella governance del nuovo gruppo, e “sarà il maggior contributore in termini di ricavi”.

Ricordiamo che concretamente, stando al dettaglio dell’accordo, Borsa Italiana sarà oggetto di acquisto da Euronext in cordata con la controllata di Cassa Depositi e Prestiti Cdp Equity (7,3% del capitale) e Intesa Sanpaolo.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.