etoro

Azioni Eni in ribasso dopo trimestrale: comprare adesso conviene?

Azioni Eni in ribasso dopo trimestrale: comprare adesso conviene?
© iStockPhoto

La trimestrale di Eni non è stata accolta positivamente dal mercato. Titolo in ribasso nei primi minuti di scambi. Nell'ultimo mese il valore delle azioni ha perso il 2,6%

Come da calendario societario, Eni ha pubblicato oggi i conti del primo trimestre 2021. La diffusione della trimestrale del Cane a Sei Zampe è avvenuta nel pre-market e di conseguenza è logico attendersi una prima valutazione da parte del mercato fin dal primo minuto di contrattazioni. Ciò significa che Eni è in automatico uno dei titoli più interessanti della seduta odierna. 




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Nei primi minuti di scambi la quotazione Eni evidenzia un ribasso di circa lo 0,8 per cento a quota 10,12 euro. Alla luce di questo dato, verrebbe da pensare che la prima reazione a freddo degli investitori ai conti trimestrali di Eni non sia affatto positiva.

Considerando che, alla luce del calo in atto questo momento, il valore delle azioni Eni evidenzia un deprezzamento del 2,6 per cento su base mensile, si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di sfruttare il segno negativo, per comprare azioni ad un prezzo più basso.

E chi vuole solo sfruttare le oscillazioni di prezzo senza diventare azionista Eni? Anche in questo caso non ci sono problemi poichè scegliendo il CFD Trading per investire, è possibile speculare sulle differenze di prezzo del titolo senza comprare azioni. Per imparare a fare trading online su Eni, consigliamo la lettura della nostra guida su come investire in borsa. Per fare pratica, invece, è possibile aprire un conto demo con un broker autorizzato come ad esempio eToro (leggi qui la recensione completa)

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

Trimestrale Eni: conti primo trimestre 2021 

Come è andato il primo trimestre 2021 di Eni? La quotata del settore oil ha mandato in archivio i primi tre mesi del 2021 con ricavi pari a 14,49 miliardi di euro, in aumento del 4 per cento rispetto ai 13,87 miliardi di euro dello stesso periodo dell'anno precedente, e un utile operativo pari a 1,86 miliardi di euro che si raffronta con gli 1,1 miliardi del primo trimestre 2020.

Di conseguenza l'utileoperativo adjusted è stato pari a 1,32 miliardi di euro con un rialzo dell'1 per cento rispetto agli 1,31 miliardi dei primi tre mesi del 2020 mentre l'utile netto si è attestato  milioni di euro, un valore che si raffonta con il rosso 2,93 miliardi che era stato contabilizzato nello stesso periodo dello scorso anno. A livello adjusted l'utile netto ha registrato un aumento da 59 milioni a 270 milioni di euro.

Scendendo nel conto economico, la produzione di idrocarburi del trimestre è ammontata a 1,7 milioni di barili equivalenti al giorno con un ribasso del 5 per cento come conseguenza del rallentamento degli investimenti di sviluppo.

Per quello che riguarda il debito, alla data del 31 marzo 2021 l'indebitamento finanziario netto di Eni ammontava a 17,51 miliardi di euro, in aumento rispetto al valore di inizio anno quando invece era pari a 16,59 miliardi di euro. 

Vuoi sfruttare la trimestrale Eni per investire sul titolo? Per operare affidati ad un broker affidabile e serio come eToro. Aprendo un account gratuito avrai subito un conto dimostrativo da 100 mila euro virtuali per fare pratica senza rischi. 

Fai trading sulle azioni a zero commissioni con eToro>>>clicca qui per il conto dimostrativo gratuito 

Eni previsioni esercizio 2021

Oltre ad aver approvato i conti del primo trimestre 2021, il consiglio di amministrazione del Cane a Sei Zampe ha anche fornito alcune indicazioni sull'esercizio in corso. In particolare Eni ha confermato aa produzione di idrocarburi per un ammontare pari a circa 1,7 milioni di barili equivalenti al giorno, avendo come scenario di riferimento tagli OPEC+ di circa 35 mila boe/giorno in media annua.

Il management prevede inoltre una generazione di cassa free cash flow superiore a 3 miliardi di euro sulla base dei prezzi correnti del Brent di 60 dollari al barile. 

Per finire, i vertici ci Eni hanno indicato una previsione di spending organico per investimenti di circa 6 miliardi di euro, mentre al prezzo corrente del Brent di 60 dollari al barile viene stimato un cash flow operativo ante working capital pari ad oltre 9 miliardi di euro. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Plus500 Piattaforma per professionisti - Vasta scelta di CFD Prova Gratis Plus500 opinioni
ROInvesting Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS