titolo ferrari

Tra le azioni più in evidenza su Borsa Italiana oggi 2 agosto 2022 ci sono quelle di Ferrari. Il titolo del Cavallino, come si può vedere dal grafico in basso, si sta avvicinando alla chiusura degli scambi con una progressione dello 0,9 per cento a quota 208,7 euro.

Grazie al rialzo in atto, Ferrari consolida la sua performance su base mensile che ad oggi è positiva per il 17,5 per cento. Il titolo del Cavallino è in salute anche su base annua visto che gli attuali prezzi sono più alti del 13 per cento rispetto a quelli di un anno fa.

Considerando che il paniere di riferimento di Piazza Affari si sta muovendo in negativo, è evidente che ci siano delle ragioni “domestiche” alla base della tendenza a comprare azioni Ferrari che sembrerebbe essere in atto. In effetti quella odierna non è stata una giornata come le altre per la quotata di Maranello visto oggi, a metà seduta, sono stati pubblicati i conti del primo semestre 2022.

Nel prossimo paragrafo ci dedicheremo all’esame della semestrale Ferrari con focus su utile e ricavi. Prima di scendere nello specifico, però, ricordiamo ai nostri lettori che oggi è possibile fare trading online sulle azioni senza pagare commissioni grazie al broker eToro. Scegliendo questo fornitore, inoltre, si può iniziare a speculare a partire da un deposito minimo di partenza molto basso: 50 dollari!

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni >>>clicca qui per iniziare

Semestrale Ferrari: conti primo semestre 2022 in dettaglio

Ferrari ha chiuso il primo semestre 2022 con ricavi e redditività in forte aumento all’interno di un contesto caratterizzato da una flessione della marginalità. Più nel dettaglio, la Rossa ha messo a segno ricavi netti per 2,48 miliardi di euro, in aumento del 21 per cento rispetto ai 2,05 miliardi che erano stati registrati nei primi sei mesi dell’esercizio precedente.

In aumento del 23 per cento annuo (a quota 6.706) il numero delle autovetture consegnate nel primo semestre 2022. Scendendo nel conto economico, il margine operativo lordo adjusted di Ferrari è salito del 14 per cento a 869 milioni di euro e quindi la marginalità ha evidenziato una riduzione al 35,1 per cento.

Il risultato operativo adjusted, invece, è ammontato a 630 milioni di euro, in aumento del 17 per cento su base annua, con un margine sui ricavi che si è attestato al 25,4 per cento dal 26,4 per cento del primo semestre dell’anno precedente. Per finire, l’utile netto di Ferrari alla fine del primo semestre 2022 è stato pari a 490 milioni di euro, in rialzo del 19 per cento rispetto ai 412 milioni che erano contabilizzati nello stesso periodo dello scorso anno.

Per quello che riguarda il debito, a fine giugno 2022 l’indebitamento industriale netto di Ferrari era salito a 387 milioni di euro, valore che si raffronta con i 297 milioni di euro di inizio anno. L’aumento del livello di indebitamento è avvenuto a seguito del pagamento, nel secondo trimestre, di dividendi per complessivi 250 milioni e al riacquisto di azioni proprie per 81 milioni di euro.

Outlook 2022 di Ferrari migliorato

Le buone notizie per gli investitori che hanno in portafoglio azioni Ferrari, non hanno riguardato solo i conti del primo semestre ma anche l’outlook sull’esercizio 2022 nel suo insieme. Alla luce della performance messa a segno nei primi 6 mesi dell’anno, il management della Rossa ha deciso di rivedere al rialzo le stime sull’esercizio 2022. Il CdA prevede di chiudere l’esercizio con ricavi netti nell’ordine dei 4,9 miliardi di euro, rispetto alla precedente previsione di 4,8 miliardi di euro.

Il margine operativo lordo MOL adjusted si dovrebbe attestare in un range compreso tra gli 1,7 e gli 1,73 miliardi di euro (la precedente forchetta era compresa tra 1,65 e 1,7 miliardi) mentre la marginalità della quotata dovrebbe essere superiore al 35 per cento. Per finire, le previsioni sull’utile netto per azione adjusted di Ferrari sono comprese tra i 4,8 euro e i 4,9 euro contro la precedente forchetta compresa tra i 4,55 e i 4,75 euro.

Con stime così forti, le azioni Ferrari potrebbero essere protagoniste anche nella seconda parte dell’anno. Ti ricordiamo che oggi si può fare trading online su tanti titoli azionari senza pagare commissioni grazie al broker eToro (vai sul sito ufficiale per saperne di più).

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.