Saipem sede

La seduta di borsa di ieri ha visto come indiscusso protagonista il titolo Saipem. La quotata del settore engineering è scattata in vetta al paniere di riferimento di Piazza Affari fin dal primo minuto di scambi e da quella posizione non si è più mossa chiudendo con un verde di quasi il 12 per cento. Oggi le azioni Saipem ripartiranno da 0,73 euro.

Come sempre avviene quando il giorno prima si verifica un apprezzamento molto consistente dei valori, c’è incertezza su quello che potrebbe avvenire. Le Saipem continueranno a salire (ovviamente con un trend inferiore per logiche questioni tecniche) oppure alla fine a prevalere saranno le prese di profitto?

Per rispondere a questo interrogativo, e quindi capire come posizionarsi sul titolo, è fondamentale analizzare i dettagli del contratto che ieri ha fatto da catalizzatore e ancora più importante tenere conto di quelli che sono i giudizi degli analisti. Essendo la commessa che Saipem si aggiudicata molto consistente, sono stati molti i broker ad intervenire sul tema. In generale ha prevalso la cautela anche se alcuni analisti hanno deciso di dare fiducia promuovendo il titolo (upgrade sul rating).

Ad alzare la raccomandazione sulle azioni Saipem sono stati gli esperti di Jefferies. Gli analisti hanno portato il rating dal precedente hold a buy. Le Saipem, quindi, non sono più semplicemente da mantenere ma da comprare. Upgrade sulla raccomandazione, quindi, ma anche revisione del prezzo obiettivo è stato portato dal precedente 0,9 euro a 1 euro. Rispetto a quelle che sono le quotazioni attuali, c’è un buon potenziale di upside che può essere sfruttato dai traders rialzisti. Secondo Jefferies, la maxi commessa che ieri Saipem ha annunciato è la più grande in termini di valore economico nella storia della società.

Purtroppo Jefferies è la sola casa di analisi a promuovere Saipem a seguito della sottoscrizione del nuovo contratto. A prevalere, infatti, è un atteggiamento prudente.

Ad esempio gli analisti di Citi hanno ribadito il rating neutral con target price a 0,95 euro pur riconoscendo che la nuova commessa migliora la visibilità sui ricavi per il 2024 da circa il 70 per cento a oltre l’80 per cento. Molto prudenti anche gli esperti di Banca Akros secondo i quali il rating su Saipem non può essere superiore a neutral (target price a 0,95 euro). Secondo gli esperti italiani la notizia sull’aggiudicazione del maxi-ordine è ottima e dimostra che il settore gas è molto promettente confermando la forte posizione competitiva di Saipem sul mercato.

Insomma sia Citi che Banca Akros plaudono al contratto che Saipem ha sottoscritto ma restano freddi sul titolo.

Anche Equita non è stata da meno. La sim milanese ha infatti ribadito il suo hold sulle azioni Saipem con target price a 1,38 euro (valore che implica un forte potenziale di upside rispetto ai prezzi attuali del titolo). Secondo la sim ci sono almeno tre motivi per cui la notizia della commessa potrebbe avere un impatto positivo sul titolo. Tanto per iniziare il contratto aggiunge circa il 20 per cento al backlog della fine del primo semestre; inoltre le dimensioni del contratto contribuiscono a dare maggiore visibilità al target 2025 del titolo engineering; ancora il contratto rappresenta almeno il 20 per cento dell’obiettivo di raccolta ordini del segmento E&C offshore per il 2022-2025 che è pari a 24 miliardi; e per finire la notizia dell’aggiudicazione alleggerisce l’impatto delle tensioni sull’andamento della raccolta ordini di Saipem.

Sempre secondo Equita, i contratto siglato potrebbe avere una durata di circa 4 anni, visto che il complesso di North Field è previsto avviarsi nel 2026. Per la sim milanese, la marginalità potrebbe essere a doppia cifra percentuale e compresa in una finestra tra il 10 e il 13 per cento.

A prescindere dalle valutazioni prudenti rilasciate dalla stragrande maggioranza degli analisti a seguito della sottoscrizione della nuova commessa, il solo dato certo è che grazie al rally innescato dalla novità, la performance mensile di Saipem è ora positiva per il 20 per cento. Ovviamente il titolo resta molto deprezzato rispetto ad un anno fa avendo perso ben l’87 per cento del suo valore.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.