Dividendo A2A 2024: quanto rende ai prezzi attuali? Stacco il 20 maggio

Sarà staccato il 20 maggio prossimo il dividendo A2A sull'esercizio 2023 - BorsaInside

Tra le quotate che il prossimo 20 maggio saranno alle prese con lo stacco della cedola ci sarà anche A2A. L’assemblea degli azionisti dello scorso 24 aprile, chiamata ad approvare definitivamente la delibera a suo tempo fornita dal consiglio di amministrazione dell’utility in materia di dividendi, ha deliberato lo stacco di un dividendo A2A 2024, relativo all’esercizio 2023, pari a 0,0958 euro per azione. Sempre in occasione dell’assemblea è stata indicata nel 20 marzo la data di stacco della cedola e quindi nel 22 (mercoledì) quella di pagamento.

Con le delibere dell’assemblea degli azionisti, tutto ciò che riguarda il dividendo A2A 2024. Tutto ad eccezione del rendimento garantito dalla cedola. Questa è forse l’informazione più importante dal punto di vista degli investitori (probabilmente più importante dello stesso ammontare della cedola) ma non viene comunicata dagli organi societari.

Il trader che volesse sapere quanto rende il dividendo A2A (ma il ragionamento vale per tutte le cedole) dovrà provvedere ad effettuare il calcolo da solo. Le informazioni di cui si ha bisogno per quantificare un qualsiasi dividend yield sono essenzialmente due: l’ammontare della cedola (e questa è un’informazione nota già al momento dell’approvazione dei conti di bilanci da parte del consiglio di amministrazione e solo successivamente ratificata dall’assemblea degli azionisti) e il prezzo del titolo all’ultima chiusura di borsa.

Nel caso specifico dell’utility, tenendo conto che le azioni A2A hanno archiviato la sessione di ieri a quota 1,697 euro, il rendimento da dividendo sarà pari al 4,9 per cento. Si tratta di un valore di dividend yield decisamente alto che potrebbe spingere molto investitori a guardare con interesse alle azioni A2A.

Ovviamente il rendimento da dividendo, per quanto sia un parametro importante, non è il solo da considerare per valutare l’opportunità o meno di investire in un titolo.

Nel caso di A2A, sempre durante l’approvazione del bilancio 2023 da parte dell’assemblea degli azionisti dello scorso 24 aprile è arrivato un altro assist molto interessante: le stime sull’andamento dell’esercizio 2024.

A2A previsioni esercizio 2024

A2A nel corso dell’assemblea degli azionisti del 24 aprile scorso ha fornito le stime aggiornate degli analisti sull’esercizio in corso. La società dovrebbe mandare in archivio l’anno con un Ebitda reported pari a 2,01 miliardi di euro, in rialzo dagli 1,97 miliardi di euro messi a segno nel 2023 e con un risultato operativo reported pari a 1,04 milioni di euro. Gli esperti hanno poi indicato l’utile netto adjusted di A2A a fine 2024 a quota 587 milioni di euro. Per finire, sul fronte debito, al fine 2024 l’indebitamento netto si dovrebbe attestare a quota 6,21 miliardi di euro nettamente sopra i 4,68 miliardi di inizio anno mentre gli investimenti per tutto l’esercizio 2024 sono visti a quota 1,44 miliardi di euro.

Come si può vedere dal grafico in alto, le azioni A2A nel corso dell’ultimo mese si sono apprezzate del 16 per cento. Analoga la percentuale relativa all’andamento nell’ultimo.

Stiamo quindi parlando di un titolo in salute in entrambi i frame temporali. Tra l’altro il 7 maggio scorso, sulla quotata sono intervenuti gli analisti di Intesa Sanpaolo che hanno alzato il rating a buy con target price rivisto al rialzo a 2,1 euro. Tenendo conto di quelli che sono gli attuali prezzi dell’utility, è presente un leggero potenziale di upside.

Per sfruttare l’indicazione della banca italiana, si può pensare di comprare azioni A2A in ottica rialzo. Questa operazione si può fare sia con broker come eToro che con banche con piattaforma trading come l’italiana Fineco.

  • eToro: consente di comprare azioni A2A reali e sempre dalla stessa piattaforma di fare trading attraverso i CFD azionari sia al rialzo che al ribasso. Inoltre eToro offre copy trading con cui copiare le strategie dei trader migliori.
Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso: il tuo capitale è a rischio

  • Fineco: si può ritenere la banca con la migliore piattaforma trading in Italia. Fineco consente di operare in tre modi: acquisto di azioni a2A reali, trading con i CFD e trading con i super CFD. Due i tipi di conto tra cui il nuovo conto di solo trading senza costi fissi e senza servizi bancari.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo