ingresso della borsa di Milano con logo di OVS
Per Equita e Intesa SP le azioni OVS restano da comprare - BorsaInside

Almeno fino ad ora non c’è alcun vero rimbalzo per le azioni OVS dopo il pesante sell-off di ieri. Il noto retail, a metà mattinata, sta infatti cedendo circa mezzo punto percentuale attestandosi a quota 2,67 euro. Ieri le azioni avevano rimediato un calo di circa il 6 per cento e così il valore del titolo, che al temine della seduta di lunedì era pari a 2,86 euro, rischia di chiudere la settimana con una flessione di 20 centesimi.

Per le azioni OVS, quindi, si va a configurare un’Ottava non proprio brillante che, come vedremo nei prossimi paragrafi, è risultata troppo condizionata dalla pubblicazione della trimestrale. Eppure, nonostante la performance negativa, gli analisti restano alquanto positivi sulle prospettive del titolo. Per ben tre broker, infatti, la view su OVS resta bullish con rating da outperform a buy. Probabilmente alla base di queste valutazioni improntate all’ottimismo ci sono considerazioni che riguardano l’andamento sul lungo termine del titolo retail. I prezzi attuali di OVS, infatti, sono gli stessi di un anno fa. Il titolo è praticamente invariato e quando si verifica una situazione di questo tipo il margine che ci possa essere un rialzo in futuro tende ad aumentare.

Trimestrale OVS in primo piano

E’ stata la pubblicazione dei conti trimestrali di OVS a determinare il sell-off che ieri ha affossato la quotata. La quotata ha chiuso il primo trimestre con ricavi in aumento del 4,7 per cento a quota 352,2 milioni di euro. Hanno performato bene sia il brand OVS (il cui fatturato è salito del 4,7 per cento) che il brand Upim (fatturato in aumento del 5,9 per cento). Variazione positiva anche per l’Ebitda adjusted di OVS che è salito dell’8,1 per cento a quota 29,7 milioni di euro. In questo caso a performare meglio è stata Upim il cui Ebitda adjusted è salito del 14,2 per cento mentre il brand OVS ha fatto segnare una progressione del 7,3 per cento. Scendendo nel conto economico, l’Ebit adjusted alla fine del primo trimestre 2024 era pari a 14,2 milioni di euro, dato ottenuto proprio grazie al maggior Ebitda e ai più bassi ammortamenti. Ancora il free cash flow della quotata ha segnato un dato negativo per 80 milioni di euro contro il rosso di 84 milioni di euro emerso nei primi tre mesi dell’esercizio 2023.

Fin qui solo indicazioni positive. Il dato negativo, però, c’è e arriva dall’indebitamento finanziario netto che è stato pari a 254 milioni di euro evidenziando un secco peggioramento di ben 109 milioni di euro rispetto al dato di gennaio.

Accanto ai conti del primo trimestre 2024, OVS ha anche fornito delle indicazioni sulle prospettive per il 2024. Il management prevede una crescita delle vendite e un miglioramento del margine lordo il cui mix dovrebbe portare a risultati di gruppo in aumento.

Tre view bullish sulle azioni OVS dopo i conti trimestrali

Equita, Intesa Sanpaolo e Mediobanca sono le tre società che si sono espresse sulle azioni OVS dopo la pubblicazione dei conti trimestrali. La loro view è positiva sia pure con sfumature leggermente diverse. Per Equita le azioni OVS restano buy dopo i conti trimestrali e il target price di 3,1 euro (nettamente superiore rispetto alle quotazioni attuali), garantisce un buon potenziale di upside. Secondo la sim milanese, i risultati di OVS sono stati leggermente più bassi delle attese per quanto concerne la redditività anche se sia i ricavi che il free cash flow hanno centrato le stime della vigilia.

Anche per gli analisti di Intesa Sanpaolo le azioni OVS sono da comprare. In questo caso il prezzo obiettivo è ancora più alto essendo pari a ben 4,5 euro (quindi il potenziale di rialzo è ancora più consistente rispetto a quello implicato dal target price di Equita). Secondo la view di Intesa SP OVS ha messo a segno dei conti solidi e questo nonostante i ritardi nelle consegne e le condizioni meteo non favorevoli di febbraio e marzo.

Per finire c’è la valutazione di Mediobanca. Gli analisti di Piazzetta Cuccia hanno assegnato rating outperform con target price a 3,4 euro affermando che i risultati del primo trimestre 2024 di OVS hanno centrato le attese.

Tirando quindi le somme, nonostante il calo registrato dal titolo in scia ai conti trimestrali, l’impressione è che la prospettiva resti rialzista. Questa è una buona notizia per gli investitori che sono interessati ad operare sulla quotata.

A tal riguardo ricordiamo che per investire in azioni si possono usare sia banche come Fineco che broker come ad esempio FP Markets.

  • Fineco: viene ritenuta la banca con la migliore piattaforma di trading e consente di comprare azioni reali, fare trading con i CFD e fare trading con esclusivi super CFD. Di recente ha lanciato il conto di solo trading senza costi fissi e senza servizi bancari accanto al conto classico Fineco.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

  • FP Markets: broker molto popolare, consente di fare trading sulle azioni con i CFD. FP Markets offre un’ampia gamma di piattaforme disponibili e presenta spread molto competitivi. Il servizio clienti è disponibile anche in italiano ed è sempre possibile fare pratica gratis con la demo.
Broker Forex Leader Fp markets
CONTO DEMO GRATUITO Sul sito di Fp markets
  • Spread più bassi del settore, a partire da soli 0.0 pip
  • 0.0 Spread in pip
  • Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
  • Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.