Seconda tranche dividendo Eni 2024: ecco la data di stacco e il rendimento

Deciso l'ammontare della seconda tranche del dividendo Eni 2024 - BorsaInside

Buone notizie per i possessori di azioni Eni. Il consiglio di amministrazione del Cane a Sei Zampe ha fissato importo e data di stacco della seconda tranche del dividendo 2024 relativo all’esercizio 2023 (ricordiamo che la remunerazione di esercizio di Eni da alcuni anni è divisa in 4 tranche e non più nel classico acconto/dividendo).

Senza perdere tempo entriamo subito nello specifico. La seconda tranche del dividendo Eni 2024 sarà pari a 0,23 euro per azione su un dividendo complessivo annuale pari a 0,94 euro. La consistenza della cedola è in linea con quanto deliberato dall’assemblea degli azionisti del Cane a Sei Zampe lo scorso 10 maggio 2023.

Ed ecco invece quali sono i giorni caldi da fissare sul calendario: 20 novembre 2023 e 22 novembre. Il 20 novembre è calendarizzato lo stacco della tranche che poi sarà messo in pagamento il mercoledì successivo.

Accanto alla consistenza del dividendo e all’ammontare della cedola c’è poi una terza informazione che è fondamentale per gli azionisti: il rendimento previsto alla luce di quelle che sono le attuali quotazioni del titolo. Tecnicamente parliamo di dividend yield per indicare questo concetto.

Rendimento seconda tranche dividendo Eni 2024: a quanto ammonta

Il dividend yield è un indicatore finanziario che misura il rendimento dei dividendi di un’azione o di un titolo azionario in rapporto al prezzo di mercato dell’azione stessa. In altre parole, il dividend yield esprime la percentuale di reddito che gli investitori possono ottenere sotto forma di dividendi rispetto all’investimento totale nel titolo.

La formula per calcolare il dividend yield è la seguente:

Dividend Yield = (Dividendo Annuo per Azione / Prezzo di Mercato per Azione) x 100

Dove:

  • Il “Dividendo Annuo per Azione” rappresenta il totale dei dividendi pagati da un’azienda su base annua per ogni azione in circolazione.
  • Il “Prezzo di Mercato per Azione” è il prezzo corrente dell’azione sul mercato azionario.

In pratica un dividend yield più alto indica che un’azione offre un rendimento più elevato sotto forma di dividendi in proporzione al prezzo delle sue azioni.

Gli investitori sono soliti usare il dividend yield come parte della loro valutazione delle opportunità di investimento.

Detto questo, agli attuali prezzi di borsa 15,482 euro, il rendimento del dividendo Eni è pari all’1,49 per cento.

Come fare per avere il dividendo Eni (seconda tranche)

Per avere diritto alla seconda tranche del dividendo Eni (ma il discorso vale per tutte le cedole), è necessario essere un azionista al momento della data di registrazione dei dividendi stabilita dalla società emittente. Più concretamente ecco quali sono i passaggi:

  • Possedere le azioni: Prima di tutto è necessario acquistare azioni della società emittente, nel nostro caso Eni. Infatti solo i proprietari di azioni registrati hanno diritto ai dividendi. Per comprare azioni Eni si possono usare questi broker, entrambi molto affidabili:
eToro small
  • eToro: permette di acquistare azioni frazionate reali e di speculare con i CFD al rialzo (long trading) o al ribasso (short trading). eToro è celebre con il copy trading, strumento con cui si possono replicare le strategie dei traders più bravi. Per iniziare ad operare viene chiesto un deposito minimo di doli 50 dollari.

Aumenta le tue competenze di trading con il conto demo eToro da 100.000 euro virtuali >più informazioni sul sito eToro<

azioni FinecoBank
  • FinecoBank: accanto al conto tradizionale (banking + trading) offre da poco un conto 100% trading senza servizi bancari che ha il vantaggio di non prevedere costi fissi e canone annuo. Molto interessanti anche i vantaggi fiscali: in quanto banca italiana, Fineco è sostituto di imposta per i clienti che risiedono in Italia.

Fai trading con la piattaforma NR 1 in ItaliaMaggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

  • Conoscere la data di registrazione: La società emittente stabilirà una data di registrazione dei dividendi. Per avere diritto ai dividendi, devi essere un azionista registrato alla fine di questa data. Questa data è importante perché determina chi riceverà i dividendi.
  • Mantenere le azioni: Una volta effettuato l’acquisto, sarà necessario mantenere le azioni almeno fino alla data di registrazione dei dividendi. Vendendo le azioni prima di questa data, si perderà il diritto ai dividendi per quel periodo di pagamento.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading