Trimestrale Unicredit e reazione del titolo: long o short trading?

prezzo azioni Unicredit

Conti trimestrali di Unicredit in primo piano nell’agenda macro di oggi 26 ottobre 2022. La big del settore bancario ha approvato ieri sera i risultati del terzo trimestre che sono stati poi resi noti nel pre-market. Considerando il timing di pubblicazione è scontato che la prima reazione da parte degli investitori alla trimestrale Unicredit ci sarà fin dall’avvio degli scambi. Ciò significa che occorre arrivare preparati all’apertura di Borsa Italiana. Per capire se è meglio avere un approccio long oppure short sul titolo del colosso bancario è fondamentale esaminare le varie voci dei conti trimestrali.

Non solo ma i risultati ufficiali devono poi essere confrontati con quelle che erano le stime degli analisti. La regola da seguire è grossomodo la seguente: se i conti sono stati migliori delle attese, allora ci sono buone probabilità che la borsa possa reagire bene (prevalenza degli acquisti); se invece i risultati sono stati peggiori delle stime, allora è molto probabile una reazione negativa da parte dei trader (prevalenza delle vendite).

Prima di esaminare la trimestrale Unicredit nel dettaglio, ricordiamo ai nostri lettori che oggi grazie al broker eToro è possibile acquistare azioni senza commissioni. Non solo ma con eToro sono sufficienti 50 dollari di deposito minimo per iniziare ad operare come si può vedere sul sito ufficiale del broker (clicca qui per l’accesso rapido).

etoro zero commissioni

Trimestrale Unicredit: come è andato il terzo trimestre 2022

Unicredit ha mandato in archivio il terzo trimestre 2022 con ricavi pari a 4,83 miliardi di euro, in aumento del 9,1 per cento rispetto ai 4,43 miliardi che erano stati ottenuti nello stesso periodo dell’esercizio precedente. A spingere in avanti questa voce è stato il margine di interesse che è cresciuto del 9,8 per cento su base annua. Scendendo nel conto economico, il risultato netto di gestione della banca ha registrato un rialzo a quota 2,36 miliardi di euro, rispetto agli 1,69 miliardi del terzo trimestre del 2021. Ancora l’utile netto sottostante è stato pari a 1,68 miliardi di euro contro il precedente risultato netto sottostante che positivo per 1,08 miliardi di euro. Alla luce di queste voci il risultato netto contabile della banca è stato pari a 1,71 miliardi di euro, un valore che si raffronta con l’utile di 1,06 miliardi di euro emerso alla fine del terzo trimestre del 2021.

Come si può vedere da tutte queste voci, il terzo trimestre 2022 di Unicredit è stato certamente migliore rispetto al terzo trimestre dell’anno precedente.

Come abbiamo detto in precedenza, i conti ufficiali della banca devono essere messi in confronto con quelle che erano le previsioni. Solo in questo si può capire se oggi è meglio fare long o short trading sulle azioni Unicredit. Vediamo quindi rapidamente quelle che erano le stime. Stando al consensus degli esperti la banca avrebbe dovuto chiudere il trimestre con un margine di intermediazione pari a 4,54 miliardi di euro e un risultato netto di gestione a quota 1,68 miliardi di euro a seguito di svalutazioni su crediti per 430 milioni di euro. Gli esperti, per finire, puntavano su un utile netto trimestrale di 937 milioni di euro. Per maggiori informazioni sulle stime della vigilia si può fare riferimento al nostro articolo dedicato alle previsioni trimestrale Unicredit.

Per quello che riguarda il patrimonio, a settembre 2022 le esposizioni deteriorate lorde della banca di Piazza Gae Aulenti erano pari a 13 miliardi di euro, in ribasso del 35,9 per cento anno su anno. Tale dato faceva scaturire un rapporto tra esposizioni deteriorate lorde e totale crediti lordi pari al 2,8 per cento. Sempre alla stessa data, il CET1 ratio contabile di Unicredit era salito fino al 15,41 per cento principalmente grazie all’effetto positivo di 42 punti base derivante dalla generazione organica di capitale (con esclusione della Russia).

Unicredit previsioni esercizio 2022

Oltre ad aver approvato i conti del terzo trimestre 2022, il management di Unicredit ha anche fornito delle indicazioni sull’esercizio in corso. L’anno si dovrebbe chiudere con ricavi per oltre 17,4 miliardi di euro e un utile netto superiore ai 4,8 miliardi mentre il rapporto tra costi e ricavi dovrebbe essere pari a circa il 51 per cento. Sul fronte patrimoniale, la banca prevede per fine anno un CET1 ratio più alto del 14,5 per cento. Alla luce di queste indicazioni, la remunerazione degli azionisti a valere sull’esercizio 2022 (dividendi) dovrebbe essere come minimo uguale a quella del 2021.

Short o Long Trading sulle azioni Unicredit dopo la trimestrale?

Come posizionarsi sulle azioni Unicredit per sfruttare l’impatto dei conti del terzo trimestre 2022? La banca guidata da Orcel scambia in borsa a 11,68 euro. Nel corso dell’ultimo mese i prezzi hanno registrato un rialzo del 6,7 per cento. Su base annua, invece, la prestazione è praticamente inalterata. Nelle ultime sedute di borsa, i volumi sul titolo sono stati ampi e superiori alla media settimanale. Questo potrebbe essere il segnale che la partecipazione degli operatori si sta intensificando e che potrebbe presto iniziare una fase di alta volatilità. Che proprio la pubblicazione dei conti trimestrali possa fare da assist oggi? Staremo a vedere.

Per chi fosse interessato, ricordiamo la possibilità di acquistare azioni a zero commissioni grazie al broker eToro. In più l’accesso ad un’ampia gamma di servizi trading (clicca qui per andare sul sito del broker).

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Unicredit

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.