Il rallentamento della ripresa economica danneggia i fatturati delle imprese, tanto che l’ultima rilevazione SWG per Confesercenti certifica il deterioramento delle aspettative delle piccole e medie imprese del commercio, del turismo e dei servizi, con un’azienda su tre che prevede di chiudere il secondo semestre con il fatturato in calo rispetto allo stesso periodo del 2021. Solo il 18%, invece, stima una crescita.

In particolare, a pesare sull’evoluzione dei fatturati è soprattutto il forte rincaro dei costi energetici, indicato come causa principale dal 28% degli intervistati, davanti al 22% degli intervistati che cita invece l’inflazione e a un 26% che indica l’onda lunga del Covid19 e i numeri dei contagi che non consentono una piena normalizzazione dei consumi.

Di qui, la necessità che il nuovo governo affronti la fase difficile in arrivo con misure incisive: il 31% degli imprenditori segnala ad esempio la necessità di intervenire per contrastare l’inflazione e gli effetti della corsa degli energetici, con sostegni mirati per famiglie e imprese.

Tra i nodi da affrontare, Confesercenti sottolinea come priorità la questione fiscale, che per il 45% degli imprenditori dovrebbe essere in cima alle urgenze dei partiti, e il lavoro, indicato dal 42%. Ancora, con il 29% ed il 28% ci sono le quote di imprenditori che domandano Pnrr e infrastrutture e semplificazione burocratica come priorità dell’azione del prossimo esecutivo.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.