Il già facoltoso amministratore delegato di Google, Sundar Pichai, tra poche ore potrebbe diventare molto più ricco. Tra poche ore, infatti, Pichai dovrebbe ottenere la contabilizzazione di un riconoscimento di ben 353,939 azioni soggette a restrizioni, basate su un piano concordato prima della sua promozione, nel “lontano” 2014.

Ebbene, alla fine della scorsa settimana, questo benefit valeva circa 380 milioni di dollari, permettendo a Pichai di poter annoverare quello che è uno dei più importanti pagamenti mai riconosciuti da una società quotata a un solo dirigente, secondo quanto riferito da Bloomberg.

Pichai, 45 anni, alla guida di Google dal 2015, ha ricevuto le azioni prima della sua promozione a senior vice president un anno prima, quando assunse il controllo di molte delle responsabilità che in origine erano ricondotte al co-fondatore Larry Page. Il premio è aumentato di valore con il passare dei mesi, tanto che le azioni di Alphabet sono cresciute di capitalizzazione del 90% rispetto alla data di assegnazione, sovraperformando l’incremento – nello stesso frangente temporale – dello S&P500 (+ 39%). Da allora ha ricevuto altre due sovvenzioni sotto forma di stock, per cifre a nove zeri. Non solo: la società deve ancora rivelare il compenso di Pichai per il 2017, che si preannuncia essere particolarmente straordinario.

Naturalmente, sebbene notevole, non è questo l’unico maxi compenso riconosciuto a un dirigente. Mark Zuckerberg di Facebook, per esempio, ha raccolto ben 2,28 miliardi di dollari quando ha esercitato 60 milioni di stock option, come parte dell’offerta pubblica iniziale della società, nell’agosto 2012.

Nel 2016, Elon Musk – di Tesla – ha invece ottenuto 1,34 miliardi di dollari, dopo aver esercitato 6,71 milioni di opzioni che erano prossime alla scadenza, in parte per coprire una fattura fiscale di 593 milioni di dollari. Nello stesso anno, i due top executive di Monster Beverage Corp. hanno totalizzato un incasso di 598 milioni di dollari, grazie al rialzo del 30% medio annuo dello stock, per un decennio.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.