Borsa previsioni maggio 2018: vendere azioni conviene ma occhio a Wall Street

Borsa previsioni maggio 2018: vendere azioni conviene ma occhio a Wall Street

Quali sono le previsioni sull'andamento del mercato azionario nel mese di maggio? Ecco cosa insegna lo storico

CONDIVIDI

Con il mese di aprire che è quasi archiviato, molti investitori iniziano già a guardare a quello che potrebbe avvenire sull'azionario nel mese di maggio. Sono prova di questo interesse le tante ricerche che in questi ultimi giorni vengono effettuate in rete. Un termine molto ricercato dai traders è Previsioni borsa maggio 2018. Come andrà la borsa nel prossimo mese? Conviene vendere oppure conviene comprare azioni?

Per dare una risposta a tutte queste domande ci sono ovviamente le analisi degli esperti ma ci sono anche le considerazioni che si possono fare andando a guardare allo storico. Quello che farò in questo breve articolo sarà proprio questo: definire le possibili previsioni sull'andamento della borsa (e delle borse) a maggio 2018 prendendo in considerazione quello che è successo nel passato (quindi maggio 2017, maggio 2016 e così via).

Secondo una serie di studi statistici le azioni hanno la tendenza a realizzare andamenti migliori nel periodo compreso tra novembre ed aprile mentre nel periodo compreso tra maggio ed ottobre, la performance dei totoli azionari tende a perdere di intensità (uso tende e non perde di intensità non casualmente).

In considerazione di questa linea di tendenza, la conclusione che si potrebbe avere è che a maggio conviene vendere azioni anche perchè il prossimo mese è il primo dopo il precedente periodo tendenzialmente positivo. 

Da questa indicazione si salva solo il mercato azionario americano. Da uno studio comparativo tra la bors Usa e gli altri mercati, emerge una discrepanza storica molto pronunciata tra la performance media degli Stati Uniti e quella del resto del mondo negli ultimi 30 anni. Nel periodo compreso tra il 1945 al 2011, l'indice S&P 500 di Wall Street ha realizzato una performacen positiva nel 78% dei casi tra novembre e aprile, con un computo (extra dividendo) osservato del +6,8% di media. Nel periodo compreso tra maggio a ottobre, invece, la frequenza di rialzi è calata al 64% per una performance del +1,3%.

A Wall Street, quindi, non conviene vendere nel mese di maggio. Secondo lo strategist di Societe Generale, Andrew Lapthorne, però, anche sul mercato azionario americano è il caso di non avere troppo fiducia. Per la serie se vuoi investire in azioni a maggio 2018 è meglio preferire l'azionario americano ma tutto questo non a scatola chiusa. Secondo l'esperto di SocGen, infatti, il recente superamento del 3% da parte dei rendimenti obbligazionari americani ha reso più difficile avere fiducia in un andamento positivo per la borsa di Wall Steeet anche nel mese di maggio 2018. Insomma il consiglio che mi sento di dare partendo proprio dall'analisi di Lapthorne, è quello di stare attento ad eventuali sbilanciamenti. Più in generale l'esperto ritiene che l'azionario sia diventato poco attraente alla luce delle valutazioni troppo alte dei titoli in borsa e del forte debito aziendale. Nonostante i valori record dei mercati, gli investitori hanno continuato a vedere un rafforzamento degli indici di borsa. Questo è avvenuto a causa di alcuni fattori positivi: dalle trimestrali toniche fino alla crescita economica. Adesso però, a causa del rialzo dei rendimenti obbligazionari, la percezione di fiducia è venuta meno e, considerando i dati storici sull'andamento dell'azionario a maggio, il prossimo mese le borse potrebbero perdere di slancio. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Complessivamente quindi, se devo tirare le somme alla luce di questa analisi, le previsioni sull'andamento della borsa a maggio 2018 non sono incoraggianti

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption