Borsainside.com

Prezzo petrolio scenderà ancora? Consigli e opinioni analisti su come operare

Prezzo petrolio scenderà ancora? Consigli e opinioni analisti su come operare
© Shutterstock

Quotazioni petrolifere in ribasso ad inizio Ottava: spazio risicato per un rally di fine anno a causa del sentiment generale

Il prezzo del petrolio ha iniziato la nuova Ottava muovendosi in linea con il trend della scorsa settimana. Le quotazioni petrolifere non infiammano gli investitori e restano deboli a dimostrazione di come ci sia una certa consapevolezza da parte del mercato sul rischio di una seconda andata di coronavirus.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Proprio questo timore potrebbe essere alla base dell'andamento delle quotazione petrolio nelle ultime sedute (grafico in basso). 

La scorsa settimana si è chiusa con il prezzo del petrolio in movimento per vie laterali in area 40 dollari al barile. Dal punto di vista dell'analisi tecnica questa situzione lascia intendere che fino a quando i prezzi non andranno oltre i 40 dollari al barile, potranno sempre essere possibili nuovi movimenti al ribasso i quali potrebbero essere diretti non solo verso i recenti minimi di settembre toccati a quota 36 dollari ma, in caso di cedimento di questo supporto, anche verso prezzi più bassi come quota 34,40 dollari (minimo di giugno). Non è da escludere che in  caso di attivazione di una spitale ribassista, il prezzo del petrolio possa precipitare fino a 30,70.

Una evoluzione di questo tipo è l'ideale per fare short trading ossia per investire al ribasso sulle quotazioni del greggio sfruttando uno strumento derivato come i CFD. Se vuoi imparare ad operare con le posizioni corte, puoi usare il conto demo che broker autorizzati come eToro (leggi qui la recensione completa) ti offrono. 

Per prendere la demo eToro segui il link in basso: subito per te 100.000 euro virtuali. 

Trading CFD sul petrolio: demo gratis eToro da 100.000€ >>> clicca qui

Con broker autorizzati come eToro è possibile anche investire al rialzo sulle quotazioni petrolifere (long). Anche in relazione a una view rialzista, la soglia da tenere d'occhio sono sempre i 40 dollari. Se i prezzi del greggio riuscissero a stabilizzarsi sopra questo livello, allora ci potrebbero essere altri movimenti al rialzo. Dal punto di vista tecnico, però, affinchè questo scenario si realizzi è necessario che vengan o superati gli ostacoli che sono collocati in area 43,80 dollari al barile. Il superamento di questi livelli porterebbe le quotazioni petrolifere in area 50 dollari al barile.

Per investire al rialzo sul prezzo del petrolio attraverso i CFD parti dal conto demo eToro (qui il link ufficiale per iniziare).

Perchè ci sono più probabilità che la quotazione petrolio cali ancora

Considerando l'analisi fondamentale, ci sono maggiori probabilità che il prezzo del petrolio da qui fino a fine anno possa registrare un ribasso e non un rialzo. La prima ragione che suggerisce un calo delle quotazioni del greggio riguarda l'andamento della pandemia di coronavirus. I casi sono in rialzo ovunque e il rischio concreto è che con l'arrivo dell'autunno e poi dell'inverno la situazione possa peggiorare (già ora la situazione in paesi come Francia, Gran Bretagna o Spagna è molto preoccupante). Ovviamente i timori non riguardano l'aspetto prettamente sanitario ma gli effetti che un aggravamento della situazione avrebbe sulla domanda globale di petrolio. 

Secondo il ministro per l'Energia della Federazione Russa, Alexander Novak, nel 2020 la domanda globale di petrolio registrerà un ribasso di circa il 10 per cento rispetto all'anno precedente a causa del coronavirus. 

Partendo da tali previsioni Howie Lee, economista presso Oversea-Chinese Banking Corp. ha affermato che la struttura del mercato purtroppo continua ancora ad essere tesa al ribasso. Morale: è meglio lasciar perdere i sogni su un possibile rally di fine anno del prezzo del petrolio perchè il quadro non è affatto positivo. 

Sempre restando in ambito analisi fondamentale va anche considerata la situazione attuale in Libia. In base agli ultimi dati la produzione nel paese nordafricano è triplicata passando a 250.000 barili al giorno. Le previsioni dicono che ci sarà un ulteriore incremento dell'attività di estrazione e questo fattore non è una buona notizia per l'andamento del prezzo del greggio. 

Insomma a pesare sulla quotazione petrolio da qui a fine anno saranno più fattori: nessuno di questi è di supporto all'andamento della domanda globale (e non è solo una questione di Covid19). 

>>>Investi sul petrolio con i CFD: apri un conto demo eToro, è gratis>>>clicca qui

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS