Elezioni USA: l’esito ha portato troppo ottimismo sui mercati?

Le elezioni USA hanno fornito un esito sostanzialmente bene accolto dai mercati. Tuttavia, secondo una recente nota di Nikolaj Schmidt, Chief International Economist di T. Rowe Price, vi è il concreto rischio che il loro esito abbia infuso eccessivo ottimismo sui mercati.

In altri termini, dopo una corsa elettorale molto combattuta, il Congresso potrebbe apparire molto diviso: la Presidenza Democratica dovrebbe infatti essere supportata da una Camera altrettanto Democratica, ma da un Senato Repubblicano.

Ora, considerato che siamo nel nuovo millennio e non più in quello precedente, e che le ultime esperienze di governo ci hanno mostrato come anche negli USA sia stato abbattuto qualsiasi tipo di spirito cooperativo tra le due fazioni, è lecito attendersi pochi progressi sul fronte legislativo nel corso del mandato del Presidente eletto Joe Biden.

Ma come investire prendendo spunto da ciò?

I mercati sottovalutano il lockdown

Attualmente i mercati sembrano aver deciso di concentrarsi maggiormente sulle buone notizie relative alla questione della tassazione, e sull’impressione che ci troviamo nella fase iniziale della prossima espansione del ciclo economico.

Dunque, gli investitori sembrano sottovalutare il peso della volatilità dei dati e dei lockdown reintrodotti per poter arginare la nuova ondata di Covid-19. Un atteggiamento che potrebbe però non essere corretto, anche se l’analista ritiene comunque improbabile che l’epidemia della seconda ondata porti a un crollo dei mercati simile a quello che abbiamo sperimentato all’inizio dell’anno.

Biden e la questione tassazione

Chiarito ciò, l’esperto di T. Rowe Price sottolinea come la combinazione di una rapida decelerazione della crescita, di politiche monetarie “a vuoto”, di una risposta fiscale americana timida, e di aziende che hanno lottato per un anno per riuscire a stare a galla, “giustifichi una certa cautela, che i mercati non sembrano aver esercitato dopo le elezioni USA”.

Anche in questo caso, T. Rowe Price si sofferma su un aspetto che per il momento sembra essere sottovalutato dagli investitori, quale quello di un’agenda fiscale fallimentare negli USA che potrebbe integrarsi con il fatto che Biden probabilmente non riuscirà ad aumentare la tassazione.

È pur vero che potrebbero esserci altri elementi che fungeranno da contraltare. Per esempio, la nuova guida della Casa Bianca dovrebbe portare ad una politica estera più ortodossa e prevedibile. E anche se gli attriti tra Cina e Stati Uniti difficilmente verranno meno in maniera improvvisa con Biden, presto la guerra commerciale dovrebbe ridursi di entità.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Americana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.