Azioni Pfizer Inc.: investire conviene ancora dopo la fine dell’emergenza Covid?

Aggiornamento del

Nel panorama delle aziende biofarmaceutiche globali, Pfizer Inc. si erge come un nome di rilievo, con una storia lunga e un’impressionante traiettoria di sviluppo di prodotti biofarmaceutici.

Fondata nel 1849 da Charles Pfizer Sr. e Charles Erhart, l’azienda ha sede negli Stati Uniti a New York, NY. Il suo impegno a promuovere trattamenti per le malattie che affliggono il genere umano ha fatto di Pfizer un protagonista nel settore medico e farmaceutico.

Un anno di sfide e opportunità

Il 2023 si è rivelato un anno di sfide e opportunità per Pfizer (PFE). L’azienda ha dovuto affrontare una serie di ostacoli, tra cui un calo della domanda di prodotti legati al Covid e una nuova sfida nel settore del trattamento dell’obesità.

Nel secondo trimestre dell’anno, le vendite di Pfizer hanno subito una riduzione significativa, mancando le previsioni iniziali. Nonostante ciò, gli utili rettificati hanno registrato una diminuzione, anche se sono riusciti a superare le previsioni di un centesimo.

Da notare che escludendo l’impatto dei prodotti legati al Covid, le vendite operative sono aumentate del 5%, segnale di una resilienza sottostante.

L’innovazione è stata sempre al centro dell’approccio di Pfizer. Recentemente, l’azienda ha abbandonato una pillola giornaliera per i pazienti con diabete di tipo 2 a causa di effetti collaterali indesiderati.

Nonostante questa decisione, Pfizer continua a sfidare il mercato con una pillola da assumere due volte al giorno, pur sapendo che questa scelta potrebbe metterla in svantaggio rispetto ai concorrenti di mercato, come Novo Nordisk (NVO) ed Eli Lilly (LLY).

Registra un conto demo gratis per iniziare a fare trading con eToro senza rischiare

Conquiste e innovazioni mediche

Nonostante le sfide incontrate, Pfizer ha ottenuto importanti riconoscimenti nel campo medico. La Food and Drug Administration (FDA) ha recentemente approvato trattamenti di Pfizer per la carenza ormonale pediatrica e la grave perdita di capelli, dimostrando il costante impegno dell’azienda per la salute globale.

Inoltre, la FDA sta attualmente valutando la richiesta di approvazione di una terapia genica per l’emofilia B. Un altro trattamento per l’emofilia ha dimostrato di ridurre i tassi di sanguinamento annuali del 92%, fornendo una nuova speranza per i pazienti affetti da questa malattia.

L’attenzione di Pfizer si estende anche alle fasce vulnerabili della popolazione. La FDA ha approvato il vaccino di Pfizer per il virus respiratorio RSV, che colpisce principalmente anziani e neonati.

Tale vaccino è di particolare importanza poiché l’RSV può causare sintomi da raffreddamento, ma può essere grave o fatale nelle fasce più fragili. Inoltre, il consiglio consultivo della FDA ha espresso il proprio supporto a un vaccino per le madri al fine di proteggere i neonati. La decisione sulla vaccinazione durante la gravidanza è ancora in attesa.

Prospettive finanziarie

Nonostante il suo impegno costante nell’innovazione e nella salute globale, le azioni di Pfizer hanno subito una flessione del 30% nel corso di quest’anno. Gli analisti prevedono una diminuzione delle vendite e degli utili, riflettendo il calo della domanda di prodotti Covid.

Tuttavia, Pfizer sta dimostrando la sua capacità di adattarsi alle sfide attraverso acquisizioni mirate. L’azienda sta investendo 43 miliardi di dollari per l’acquisizione della società oncologica Seagen (SGEN), dimostrando un impegno continuo nel migliorare la propria offerta di trattamenti.

Pfizer Inc. si distingue ancora come una forza trainante nel settore biofarmaceutico globale. Nonostante le sfide incontrate nel 2023, l’azienda mantiene un impegno costante per l’innovazione medica e il miglioramento delle condizioni di salute globale.

Mentre le azioni potrebbero essere in calo quest’anno, l’approccio strategico di Pfizer alle acquisizioni potrebbe gettare le basi per un futuro prospero. Gli investitori interessati a partecipare al successo di Pfizer possono considerare l’opzione di acquistare azioni su piattaforme affidabili come eToro, che offre l’opportunità di operare con CFD o azioni reali a commissioni zero.

Comprare azioni di aziende promettenti e diversificare il portafoglio può essere un’ottima strategia. Oggi, secondo noi, le 2 migliori piattaforme per fare trading sono:

logo broker etoro

eToro: il broker consente di comprare azioni vere inoltre permette anche di copiare i traders più bravi grazie al copytrading. Con eToro gli investimenti sono accessibili a tutti essendo il deposito minimo richiesto è pari a soli 50 dollari >più informazioni sul sito eToro<

azioni FinecoBank

Fineco Bank: 50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone. Con Fineco più si fa trading e più le commissioni si abbassano. La piattaforma permette sia di comprare azioni vere che di operare attraverso i CFD> Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo