Comprare azioni NIO a super-sconto conviene? Ecco il broker con le esecuzioni velocissime

Azioni NIO a prezzi stracciati: è il caso di comprare? BorsaInside

Fino a circa un anno fa le azioni NIO erano una presenza fissa nei portafogli di investimento di molti traders. Il forte appeal nei confronti di tutto il segmento dell’auto elettrica, aveva permesso anche ai competitors di Tesla di ottenere una buona visibilità. Il cambio di passo nelle politiche monetarie della FED unito al busco calo delle propensione al rischio che si è avuto su tutti i mercati globali, ha causato un brusco ritorno alla realtà per tutto il comparto dell’auto elettrica. Le azioni Tesla hanno perso tantissimo in borsa e anche il titolo NIO non è stato da meno.

Attualmente la quotata scambia a 7,9 dollari, ben l’88 per cento in meno rispetto ai massimi storici raggiunti a gennaio 2021. Sapete quanto valeva allora NIO? Ben 66,95 dollari! Sembra essere passata un’intera era da questi tempi e se è vero che fin da inizio 2023 l’emorragia sembra essersi arrestata, è altrettanto vero che comunque anche nel 2023 NIO ha performato male perdendo il 17 per cento del suo valore. Certo il ribasso accumulato negli ultimi 5 mesi è poca roba dinanzi al tracollo del 2022, tuttavia è innegabile che il titolo non sia stato ancora capace di invertire la rotta (un pò come tutto il settore dell’auto elettrica a partire da Tesla).

La performance dell’ultimo mese è molto significativa sotto questo punto di vista. Le quotazioni di NIO, infatti, negli ultimi 30 giorni hanno perso circa il 10 per cento e questo nonostante la società abbia chiuso l’esercizio con un aumento dei ricavi.

La domanda quindi è naturale: come mai le azioni NIO restano deboli nonostante nonostante la società (parliamo quindi di fondamentali) sia stata tra le migliori aziende cinesi per prestazione nel corso del 2022?

Per rispondere a questo interrogativo è necessario andare ad analizzare nel dettaglio profilo e bilancio di NIO.

NIO: profilo della società e criticità

NIO è una società che si occupa della progettazione, dello sviluppo e della produzione di veicoli elettrici ad alte prestazioni, comprese automobili elettriche per passeggeri e veicoli a batteria per il trasporto merci.

La gamma di veicoli NIO include diverse vetture elettriche, come l’NIO ES8, un SUV a sette posti, e l’NIO ES6, un SUV compatto. Nel 2021, NIO ha anche lanciato la sua prima auto categoria “sedan” denominata NIO ET7. Questi veicoli si distinguono per le loro caratteristiche tecnologiche all’avanguardia, come sistemi di guida autonoma, batterie ad alta capacità e un’ampia rete di stazioni di ricarica.

Oltre alla produzione di veicoli elettrici, NIO è da tempo impegnata nella costruzione di un ecosistema di mobilità sostenibile. La società offre servizi di ricarica e scambio delle batterie attraverso la sua rete di stazioni di ricarica NIO Power. Inoltre, NIO ha sviluppato il concetto di “Battery as a Service” (BaaS), che consente ai clienti di noleggiare le batterie invece di acquistarle, riducendo così i costi iniziali dei veicoli.

NIO ha sede a Shanghai ed è stata quotata al New York Stock Exchange (NYSE) dal 2018.

Nell’ultimo bilancio, NIO ha registrato una crescita dei ricavi con vendite passate a 7,14 miliardi di dollari nel 2022. Per avere un’idea della progressione è sufficiente tenere conto che nel 2018 le vendite arrivavano ad appena 719 milioni di dollari.

Nonostante questo rialzo, però, la società continua in modo inesorabile a bruciare soldi. Le perdite annuali sono infatti passate da 506 milioni nel 2016 a oltre 2,11 miliardi nel 2022. Stando alle stime degli analisti, è quasi assodato che la società sia destinata a continuare a perdere denaro fino al 2025.

Il problema sono le tante sfide che NIO si ritrova ad affrontare (problema comune a tutte le quotate del settore elettrico come dicevamo ad inizio articolo). Tanto per iniziare il mercato attuale dell’auto elettrica non è più quello di appena 3,4 anni fa. Oggi in Cina ci sono oltre 90 marchi di veicoli elettrici e alcuni di questi fanno capo ai colossi del settore (ad esempio BMW).

E’ molto probabile che la concorrenza possa aumentare ulteriormente nel prossimo futuro. Del resto ad aprile NIO ha consegnato solo 6.658 auto durante il mese. Un dato molto debole.

Altra grande sfida a cui NIO è chiamata è la crescita internazionale. La società ha già affermato che è sua intenzione espandersi anche su alcuni mercati europei. Un limite potrebbe essere il fatto che alcuni di questi mercati sono presidiati a colossi continentali come ad esempio Volkswagen o Stellantis.

Comprare azioni NIO a questi prezzi conviene?

auto NIO
Azioni NIO a prezzi stracciati: è il caso di comprare? BorsaInside

Teoricamente è innegabile che le azioni NIO a questi prezzi (più bassi dell’88 per cento rispetto ai massimi storici) facciano gola.

In finanza, però, la teoria da sola non basta ed è necessario capire se ci sono o no elementi di supporto ad un eventuale recupero. Nei precedenti paragrafi abbiamo evidenziato quali sono le sfide a cui NIO sarà chiamata e non si tratta di competizioni semplici. C’è poi il problema della perdita che, come evidenziato dagli analisti, si potrà ridurre ma sarà un fardello comunque presente fino al 2025.

Inutile quindi farsi facili illusioni. La sola cosa certa è che NIO potrà garantire una certa volatilità da sfruttare per fare trading.

Considerando quello che è il quadro tecnico attuale, si può considerare la possibilità di comprare azioni NIO solo se i prezzi si dovessero spostare sopra la media mobile di 50 settimane a quota 14 dollari. Tale quotazione altro non è che il punto più alto dal 5 dicembre. Considerando quelli che sono gli attuali valori del titolo, c’è sicuramente un bel pò di spazio per crescere.

L’ideale comunque sarebbe lasciarsi mano libera non modo tale da sfruttare tutte le oscillazioni di prezzo del titolo. Per farlo si possono usare strumenti derivati come i CFD che permettono di speculare sia al rialzo che al ribasso. Fare trading di CFD sulle azioni NIO non comporta il possesso fisico del titolo ma determina solo la possibilità di speculare sulle variazioni di prezzo operando a leva.

Trading azioni NIO con InstaForex

InstaForex Autochartist

Tutti i migliori broker CFD consentono di fare trading sulle azioni NIO. Il nostro suggerimento è di usare un broker non solo affidabile ma anche capace di garantire una rapida esecuzione degli ordini. In questo caso le opzioni di scelta si stringono molto.

Non tutti sanno che anche in Italia è disponibile InstaForex (lo abbiamo recensito qui). Si tratta di un broker ECN autorizzato e regolamentato dalla CySEC che permette di negoziare CFD sui tantissimi asset di vario tipo. Tra questi ci sono anche le azioni NIO.

Dicevamo della velocità di esecuzione degli ordini che con InstaForex è pari a 0,15 secondi. Grazie a questa rapidità, il broker è capace di garantire un elaborazione del trade costruito molto efficiente.

Ma i punti di forza non si fermano qui perchè con InstaForex c’è anche la possibilità di utilizzare l’autochartist, un software di analisi tecnica integrato nelle piattaforme offerte dal broker grazie al quale è possibile individuare modelli grafici come triangoli, testa e spalle, doppio fondo, bande di Bollinger e molti altri.

–REGISTRATI GRATIS SU INSTAFOREX E PROVA AUTOCHARTIST>>

La proposta di InstaForex ci compone di 3 diversi tipi di conto reale a cui è sempre affiancala la possibilità di fare trading in modalità demo.

Insomma il broker ideale per speculare sulle azioni NIO in un momento in cui il titolo può offrire occasioni di trading grazie alla sua volatilità.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading