bear market

Sul bear market che si è imposto a Wall Street (tecnicamente solo sull’indice Nasdaq ma oramai il mercato orso viene esteso d’ufficio a tutti i paniere della borsa Usa) è stato detto di tutto. Molti analisti si sono addirittura scontrati tra loro sulla natura del bear market e sui precedenti storici.

In questo articolo proveremo ad andare oltre al solito dibattito sul mercato orso e ci porremo una domanda costruttiva: investire nel bear market conviene?

Già immaginiamo la reazione che alcuni nostri lettori potrebbero aver avuto semplicemente leggendo queste 5 parole: come si fa a pensare agli investimenti se durante un bear market tutto crolla (prezzi, valori e quotazioni) e ad imporre la sua dura legge è il panic selling?

Questa obiezione è giusta poichè è vero (e l’andamento del Nasdaq negli ultimi mesi lo ha dimostrato) che nel corso del bear market le vendite chiamano altre vendite. Tuttavia c’è anche un risvolto della medaglia. Ci sono almeno 3 elementi positivi che il mercato orso implica. Proprio queste 3 variabili sono le ragioni per cui, sotto un certo punto di vista, investire durante un bear market non è poi una cattiva idea ma può essere molto interessante. Tra l’altro oggi operare in situazioni avverse è molto più semplice visto che ci sono broker come ad esempio eToro (leggi qui la nostra recensione aggiornata) che mettono a disposizione una comoda demo gratuita per fare pratica senza rischi.

Apri un conto demo eToro>>>subito 100 mila euro gratis per te, clicca qui

trading etoro

Motivi per cui investire durante un bear market

Come affermano alcuni analisti finanziari, i bear market, ad un certo punto, sono necessari perchè consentono di riassestare situazioni oramai troppo disgiunte dalla realtà. I tre motivi per cui investire durante un mercato orso sono:

  • la possibilità di comprare a sconto (le valutazioni di molte società sono più basse e quindi più accessibili)
  • l’attesa di rendimenti futuri più alti
  • la presenza di rendimenti storici migliori

Nei prossimi paragrafi analizzeremo, uno per uno, ognuno di questi fattori.

Nel bear market le valutazioni sono più basse

Teoricamente tutti i traders sono perfettamente consapevoli della convenienza del comprare quando i prezzi sono bassi. Praticamente il discorso però cambia perchè, come insegnano gli esperti di psicologia del trader, andare controcorrente quando tutto sembra andare male non è affatto semplice. Nei primi 6 mesi dell’anno i mercati sono scesi, ma anche le valutazioni (espresse dal rapporto P/E) sono state più a sconto. Nel caso dell’indice Usa S&P 500 (grafico in basso) il P/E è passato da 21.4 a 17.4.

Ebbene mentre avveniva tutto questo, ossia mentre i prezzi delle azioni diventavano sempre più convenienti, i trader retail piuttosto che comprare, approfittando delle valutazioni basse, hanno preferito vendere. In questo modo essi hanno praticamente perso una ghiotta occasione.

Nel bear market cresce l’attesa per i rendimenti futuri

L’incremento dei rendimenti per il mercato azionario, è la seconda ragione per cui conviene investire durante un bear market. Da dicembre ad oggi c’è stato un sensibile aumento del ERP (Equity Risk Premium) ossia della convenienza di investire nel mercato azionario.

Chi investe durante un mercato orso, quindi, può beneficiare di premi decisamente più alti (negli ultimi mesi il premio sul mercato azionario è salito dal 4 al 6,5 per cento).

Il bear market garantisce rendimenti storici più alti

La terza ragione per investire durante un bear market riguarda i rendimenti storici. Se ci fosse la garanzia che investendo in azioni oggi si avrà un guadagno di 100 domani (in automatico), che rendimento mai si potrebbe avere? Sicuramente qualcosa di molto basso visto che si avrebbe a che fare con un investimento quasi garantito. E invece grazie al bear marker i rendimenti crescono perchè c’è un fattore di rischio di cui tenere conto. Diciamo che il mercato orso fa si che investire in azioni sia qualcosa di diverso rispetto all’apertura di un conto deposito.

Vuoi imparare ad investire durante un bear market? Apri un conto demo con il broker eToro e impara subito ad operare senza correre rischi (qui il sito ufficiale del broker).

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.