Per investire in borsa oggi si deve seguire la FED: cosa cambia dopo le decisioni di ieri

Wall Street rimbalzo

Le decisioni della Federal Reserve confermano di essere l’unico e vero timone dei mercati in questa fase caratterizzata da alta incertezza. Eventuali dubbi sul rapporto tra mosse della FED e andamento dei mercati sono stati definitivamente fugati da quanto avvenuto ieri.

Proprio nel momento in cui gli investitori credevano di essere riusciti a “convincere” la Federal Reserve della necessità di varare una svolta dovish, ecco che il presidente Powell ha fatto saltare in aria il castello di speranze, sferrando un duro colpo alle attese dei mercati e determinando così il violento ribasso di ieri della borsa di Wall Street e l’apertura in profondo rosso delle borse europee oggi (nessuna esclusa).

Come hanno evidenziato molti analisti, i mercati non sono affondati perchè la FED ha deciso di incrementare il costo del denaro di 75 punti base (quello lo sapevano tutti anche se alcuni hanno fatto finta di giocare al ribasso) ma perchè da Powell è passato un messaggio molto chiaro che Craig Erlam, analista di mercato senior, Regno Unito e EMEA, OANDA, ha così splendidamente sintetizzato: “La Fed dà con una mano e prende con l’altra”.

Se la situazione è questa, e noi siamo convinti che se non sia proprio questa è qualcosa di molto simile, allora è evidente che per investire in borsa oggi sia fondamentale avere ben chiaro quali sono le direttrici del FOMC. E proprio di questo parleremo nel nostro articolo, con la consapevolezza che non solo le borse di tutto il mondo (Wall Street e, a cascata, tutte le altre) ma anche il mercato valutario (forex) sono molto influenzabili da decisioni e orientamenti delle banca centrale Usa.

A proposito: lo sapevi che è possibile investire in borsa, sul Forex e su tanti altri mercati (come ad esempio le materie prime) operando da una sola piattaforma? A dare questa possibilità è il broker eToro che ha anche il vantaggio di offrire un conto demo gratuito per fare pratica senza rischi.

Con eToro puoi fare trading CFD su tanti mercati da una sola piattaforma>>>clicca qui per la demo

piattaforma etoro

Cosa farà la FED nelle prossime riunioni?

Secondo Jon Maier, CIO di Global X, la Federal Reserve ha confermato il suo impegno di aumentare i tassi fino a quando non sarà raggiunto un livello sufficiente per spingere l’inflazione in area 2 per cento. Ora questo target era noto ed arcinoto quindi, anche per quanto riguarda questo punto, non ci sono state novità vere. Gli elementi nuovi riguardano la dichiarata volontà di verificare quali sono gli effetti cumulati derivanti dall’inasprimento della politica monetaria dal ritardo con cui questa si riflette sull’attività economica.

Non é da escludere, ha affermato l’esperto, che la banca centrale Usa possa decidere di modificare il percorso di rialzi nella riunione di dicembre allungando la strategia rialzista fino al primo trimestre dell’anno nuovo. Powell, nel corso dell’attesa conferenza stampa successiva al board del FOMC, ha detto con estrema chiarezza che l’attesa di una pausa nel ciclo di rialzo dei tassi FED è ancora prematura. Queste parole sono state un macigno e hanno determinato il forte ribasso della borsa Usa (e, a cascata, quello in atto stamattina sui listini europei).

Le dichiarazioni di Powell aprono la porta ad uno scenario nuovo che vede il tasso terminale poter essere superiore al 5 per cento.

A questo punto, gli investitori valutano con una probabilità del 65 per cento il rialzo di 50 punti base nel board di dicembre. In precedenza le probabilità di questo scenario erano al 44 per cento.

Come investire dopo le decisioni FED sui tassi?

Quale strategia adottare alla luce delle novità arrivate dal Fomc FED di ieri? Non ci sono dubbi sul fatto che, nel breve termine, le dichiarazioni di Powell siano destinate a condizionare in negativo le borse (è proprio quello che sta avvenendo oggi anche sulla borsa di Milano). Il trader attento, però, è colui che guarda verso il futuro.

Nella conferenza stampa di ieri Powell ha si lasciato intendere che i tassi di riferimento saliranno più di quello che si potesse pensare in precedenza (o che per meglio dire quello in cui il mercato sperava in precedenza), tuttavia ha anche fornito un motivo per essere ottimisti. Il governatore della Federal Reserve ha infatti dichiarato che le decisioni future terranno conto sempre dell’inasprimento cumulativo e dei ritardi nelle politiche. Ciò significa che a dicembre il rialzo sarà più contenuto a meno che non si verifichino, da qui ad allora, eventi terribili che rendano necessario un’altra stretta vigorosa.

Dal punto di vista operativo, questo è un elemento positivo. Un ritmo più lento nei rialzi dei tassi potrebbe ridare spinta alle borse. Nel medio termine, quindi, le decisioni di ieri della FED, suggeriscono un approccio ottimista.

A prescindere dalla strategia personale, ricordiamo che con il broker eToro è possibile avere la demo gratuita da 100 mila euro virtuali per imparare a fare trading con i CFD sugli indici senza correre il rischio di perdere soldi veri.

Apri un conto demo eToro>>>subito per te 100milo euro virtuali per fare trading simulato

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Le ultime news su Borsa Americana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.