Skin ADV

Lasciare i soldi fermi sul conto corrente è sbagliato: ecco perchè

Lasciare i soldi fermi sul conto corrente è sbagliato: ecco perchè
© iStockPhoto

I tassi vicino allo zero e le turbolenze in atto sui mercati non devono spingere a lasciare i soldi fermi sul conto corrente

Lasciare i soldi fermi sul conto corrente conviene oppure è un errore? Se per dare una risposta a questa domanda si pensa solo a quelle che sono le caratteristiche dell'attuale fase storica, allora non ci sono dubbi. Dinanzi a tassi di interesse talmente bassi da toccare lo zero e ad una situazione geopolitica molto complessa, lasciare fermi i soldi sul proprio conto corrente sembra essere l'unica scelta logica. 

Del resto oggi sono in tanti gli investitori che preferiscono lasciare fermi i soldi sui rispettivi conti in attesa che possa esserci un miglioramento del quadro di riferimento. Il motivo di questa scelta è facilmente intuibile: si preferisce non prendere alcuna decisione a causa del terrore di sbagliare. Ma davvero lasciare i soldi fermi sul conto è la scelta migliore di questi tempi? 

La realtà è ben diversa da quella che potrebbe sembrare e infatti lasciar fermo il proprio denaro non è proprio la scelta ottimale da fare. Anche di questi tempi.

I dati sulla tendenza degli italiani a lasciare il denaro sui propri conti sono sintomatici dell'attitudine al risparmio che caratterizza il nostro popolo. Secondo le ultime ricerche sui conti corrente e sui depositi bancari degli italiani ci sarebbe qualcosa come 1.500 miliardi di euro! Questo numero non deve stupire. Gli italiani, infatti, per loro natura, non hanno mai brillato come investitori. Se questo discorso è sempre valido, figuriamoci quanto può esserlo oggi in considerazione dell'attuale momento storico ad alta tensione.

Per inciso, contrariamente a quello che si può pensare, un pò italiani negli atteggiamenti sono tutti i popoli europei. Secondo uno studio dell'Autorità Bancaria Europea, tutte le famiglie europee, ultimamente, tendono ad accumulare. In base dai dati dell'EBA sui conti degli europei sarebbe ferma liquidità per non meno di 10.000 euro! 

Perchè lasciare fermi i soldi sui conti non è vantaggioso

Come detto in precedenza si tende a lasciare fermi i soldi sui conti correnti, nella convinzione che così facendo la liquidità viene protetta. In realtà le cose non stanno proprio così perchè il denaro, ogni volta che è fermo, perde di valore. L'inflazione, infatti, causa una progressiva erosione del proprio potere di acquisto. In pratica se prima per comprare un bene ti occorreva 100, adesso ti occorre 102 ma quel 2 non è a tua disposizione...

Quando si è tentati di lasciare i soldi fermi sul conto corrente, si dovrebbe pensare a quella che dovrebbe essere la prima regola di un buon investitore ossia non far perfere valore al proprio denaro.

Concretamente, se ci si attende un aumento dei prezzi al consumo del 2 per cento, la scelta migliore che può essere fatta è quella di investire cercando di ottenere un rendimento nominale di almeno il 2 per cento

Dinanzi a questo discorso, si potrebbe obiettare affermando che un ragionamento di questo tipo era doverso negli anni Ottanta quando l'inflazione galoppava. Allora i prezzi al consumo subivano rialzi continui che andavano ad impattare sul potere di acquisto delle famiglie. Adesso l'inflazione è su livelli bassi ma sarebbe un grave errore non tenere in considerazione la comunque presente dinamica dei prezzi al consumo. Anche se non sembra (almeno non sembra agli investitori meno attenti), l'inflazione tende comunque a mangiare il proprio denaro. Per evitare di perdere di acquisto la regola resta la stessa di decenni fa ossia non tenere i soldi fermi sul conto corrente ma al contrario cercare investimenti con rendimenti che siano (almeno) compensativi. 

Al di là dell'inflazione, ci sono poi altri elementi per cui lasciare i soldi fermi sui conti non è una scelta ottimale. Il deposito dei soldi, infatti, non è gratuito poichè i conti correnti hanno un costo. Alcuni conti prevedono un canone mentre altri ci sono delle commissioni legate a determinate operazioni. Insomma, oltre all'inflazione, anche i costi mangiano la liquidità che è ferma sui conti correnti.

A proposito se sei alla ricerca di un conto senza spese ti consiglio di leggere l'articolo sulla miglior carta conto con IBAN senza spese

A proposito di conti senza spese, ti invito a valutare la banca online N26. Si tratta di una carta conto sicura e a zero spese che ti permette di operare in totale tranquillità. Se vuoi approfondire leggi la recensione N26

Quale è quindi la miglior alternativa da seguire per non lasciare fermi i soldi sul conto? Se si ha paura di sbagliare e si hanno difficoltà a delineare precisi obiettivi di investimento, allora la mossa migliore è quella di rivolgersi ad un consulente qualificato che sia capace di interpretare i bisogni del cliente. Sarà compito del consulente aiutare il risparmiatore ad individuare quegli investimenti che consentano la maturazione di un rendimento che sia almeno sufficiente a mettere al sicuro (davvero) i propri soldi. 

In conclusione di questa guida sul perchè lasciare i soldi sul conto corrente non sia vantaggioso, si riportano le ultime indicazioni della Banca Centrale Europea. Secondo la BCE considerando solo la componente negativa data dall'andamento dei prezzi al consumo, l'andamento dell'inflazione si tradurrebbe nei prossimi anni in una tassa a carico degli italiani di 30 miliardi di euro. Una gestione più attiva del conto metterebbe a riparo da questi rischi. 

Capito ora perchè non sempre lasciare i soldi fermi sul conto è la migliore scelta da fare? 

Trading online alternativa a lasciare i soldi fermi sul conto corrente

© Shutterstock

Se sei alla ricerca di un investimento alternativo all'accumulazione dei soldi sul conto corrente, il CFD Trading potrebbe rappresentare una valida idea da prendere in considerazione. Fare trading attraverso i Contratti per Differenza significa investire su tanti asset diversi che rispecchiano l'andamento di numerosi sottostanti. Attraverso il CFD Trading puoi guadagnare soldi e quindi maturare un rendimento che ti può mettere al sicuro dal rischio erosione e perdita di potere di acquisto che i tuoi soldi correrebbero se lasciati fermi sul tuo conto corrente.

Fare trading di CFD non è un gioco ed è per questo motivo che, se sei interessato ti consiglio di leggere la guida su come diventare trader. Molti spunti per conoscere più da vicino il mondo del trading online potrai trovarli anche nella guida per principianti sul Forex Trading. Questa guida può esserti molto di aiuto per imparare e fare trading da zero. 

Solo dopo aver assunto dimestichezza con le basi del trading online, potrai cercare i migliori Forex e CFD Broker per fare trading in tutta sicurezza. 

Il mio consiglio è quello di scegliere quei broker che ti consentono non solo di fare trading ma anche di confrontarti con gli altri traders. A tal riguardo ti invito a valutare il social trading eToro

Uno dei grandi vantaggi di questo broker, è la possibilità di muovere i primi passi in modalità demo ossia in modo virtuale. Usare un conto demo eToro ti dà la possibilità di capire come funziona il CFD trading senza correre il rischio di perdere denaro reale.

Se vuoi 100.000 euro virtuali da usare per imparare a fare trading con eToro clicca sul link sottostante:

>>>Apri un conto demo eToro: è gratuito

Il conto demo è uno strumento eccezionale che ti permette di capire come puoi ottenere un rendimento per coprire il rischio perdita di potere d'acquisto con il quale sei chiamato a fare i conti se decidi di lasciare fermi i soldi sul conto corrente. 

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS