Prezzo Bitcoin: previsioni shock su crollo fino a 4600 dollari. Allert di JP Morgan

Prezzo Bitcoin: previsioni shock su crollo fino a 4600 dollari. Allert di JP Morgan

L'altra faccia del report di JP Morgan sul Bitcoin: la quotazione BTC potrebbe dimezzarsi nei prossimi anni

CONDIVIDI

La volatilità si conferma essere un'arma a doppio taglio per la quotazione del Bitcoin. Se è vero tanti traders hanno realizzato forti guadagni grazie alle variazioni di prezzo del Bitcoin, è altrettanto verso che le montagne russe potrebbero preso presentare il loro conto. A lanciare l'allarme è un report di JP Morgan, ribattezzato la Bibbia del Bitcoin, del quale ci si è già occupati su BorsaInside nei giorni scorsi. Nel precedente articolo si è messo in risalto il cambio di prospettive nei confronti del Bitcoin che gli esperti di JP Morgan hanno eseguito. Gli analisti, infatti, sono passati da una bocciatura tout cout della criptovaluta (il Bitcoin è una bolla) ad un approccio più ottimistico secondo il quale il Bitcoin può essere inserito nelle strategie di diversificazione del portafoglio azionario.

Nella Bibbia del Bitcoin di JP Morgan non cinsono però solo elogi sulla criptovaluta. Per dirla in altre parole gli analisti non passato da una bocciatura completa ad una promozione completa. Il lato oscuro dell'analisi della banca d'affari riguarda le previsioni sull'andamento del prezzo del Bitcoin. A ben guardare questo argomento è quello che interessa di più gli investitori. Non bisogna infatti dimenticare che per guadagnare con il Bitcoin oggi ci sono due strade: l'acquisto diretto e l'investimento attraverso gli strumenti derivati come il trading di CFD. Ebbene a dispetto di quella che è la quotazione attuale del Bitcoin, gli analisti di JP Morgan ritengono che nel futuro passa esserci un dimezzamento del valore dell'asset. Le previsioni eleborate dagli esperti vedono il prezzo del Bitcoin a 4600 dollari. Se si considera che il Bitcoin oggi viene scambiato, secondo i dati in tempo reale di CoinMarketCap, a circa 9700 dollari, si può dedurre che il Bitcoin nel futuro sia destinato a perdere una parte sostanziosa del suo valore. E' interessante osservare che le previsioni di JP Morgan sono lotantissime da quelle che era il valore del Bitcoin nel mese di dicembre. Il netto taglio delle prospettive di crescita della quotazione BTC sembra confermare l'allarme che era stato lanciato dal presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi nei giorni scorsi.

Il governatore aveva affermato che investire in Bitcoin resta altamente rischioso proprio a causa dell'enorme volatilità delle criptovalute. Secondo Draghi "un euro oggi è un euro di domani, il suo valore è stabile. Il valore del bitcoin ha delle oscillazioni enormi". Anche a causa di questa peculiarità, il Bictoin come del resto tutte le altre criptovalute, non può essere definito una vera e propria moneta poichè "l’euro ha il sostegno della Bce, il dollaro quello della Fed, le valute hanno dietro una banca centrale o un governo mentre il Bitcoin non ha niente". 

Insomma assenza di controlli e volatilità enorme confermano di essere i motivi del successo ma anche del possibile crollo del Bitcoin. L'argomento volatilità, in particolare, è stato al centro del servizio realizzato dal programma televisivo Le Iene sul Bitcoin. Ieri sera la nota trasmissione in onda su Italia Uno si è occupata proprio del Bitcoin dando spazio sia agli utilizzatori della criptovaluta che ad alcuni suoi critici. Il dibattito sulle previsioni del Bitcoin resta aperto: il prezzo della quotazione BTC salirà o scendere la futuro? 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro