Quanto vale il metaverso? Ecco i settori su cui investire

Quanto vale il metaverso? Quali sono le prospettive di crescita del settore che, secondo i più recenti report, è potenzialmente destinato a rappresentare, in futuro, quello che in passato significò internet? Le risposte a queste domande sono state al centro di un’attenta analisi condotta da Pictec.

Lo studio dell’asset management può essere molto utile per chi ha deciso di investire sul metaverso ma anche per chi, essendo costantemente alla ricerca di nuove tendenze del mercato, è disposto a considerare la possibilità di inserire asset del metaverso nel suo portafoglio di investimento.

Il report di Pictec inizia con un dato impressinante: in un arco di tempo compreso tra i 5 e i 10 anni, il metaverso è destinato ad essere il successore di internet 3.0.

Stando ad una recente indagine condotta da Bloomberg, da qui al 2025 il mercato del metaverso potrebbe crescere fino a 800 miliardi di dollari. Del resto se la società capogruppo di Facebook ha deciso di cambiare la propria denominazione in Meta Platforms Inc., un motivo ci sarà…

Oltre a Facebook, affermano gli analisti di Pictet, ci sono tanti altri colossi del web come ad esempio Google, Microsoft e Apple, che hanno inserito il metaverso nella loro offerta di prodotti. Come dimenticare, poi, che la stessa Adobe è al lavoro per la creazione di uno strumento di progettazione che consente di creare oggetti 3D personalizzati nel mondo virtuale. 

Vuoi investire sulle azioni del metaverso? Scegliendo il broker eToro (qui la recensione) puoi farlo senza commissioni. 

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

Premesso questo, l’asset manager, ha individuato quelle che, da suo punto di vista, sono le 4 aree chiave per accedere finanziariamente al metaverso: hardware, software, cloud e infastruttura

Per quanto concerne l’hardware, è ovvio che per entrare in un ambiente digitale completamente immersivo siano necessari visori e cuffie. Per quello che riguarda invece il software, attualmente il mondo virtuale è in grado di coprire tutti gli aspetti dell’attività umana grazie ad applicazioni software. In questo contesto, proseguono da Pictec, la migliore esperienza del metaverso viene offerta dai giochi e dall’intrattenimento online. Grazie al metaverso, oggi è possibile giocare, costruire ma anche monetizzare l’esperienza virtuale attraverso denaro simobico che viene poi speso nel corso del game. 

Per quanto riguarda invece il cloud, è ovvio che ci sarà bisogno di computer sempre più potenti e di semiconduttori più avanzati. Al tempo stesso, però, anche i data center continueranno ad essere essenziali come pure i fornitori di dati. 

Ultima dimensione (ma non per importanza) è quella dell’infrastruttura. Solo con una migliore operatività delle reti e con una significativa riduzione della latenza, sarà possibile incrementare l’affidabilità dell’intero sistema del metaverso nonchè la cosiddetta interoperabilità.

Valore metaverso: input decisivo dal lockdown

Il metaverso non è nato da un giorno all’altro ma è stato frutto di un processo lento quanto inesorabile. Premesso questo, però, è impossibile non associare il boom del metaverso ad un evento ben preciso: il lockdown. L’industria del metaverso è cresciuta tantissimo negli ultimi anni poichè milioni di persone, a causa della pandemia di covid19, sono rimaste più a lungo a casa. E’ stato solo grazie alla realtà virtuale e alla realtà aumentata se tantissime persone sono riuscite a connettersi con le proprio conoscenze. La tecnologia, ha evidenziato da Pictec, è stato in grado di forniere un senso di immediatezza e una sensazione si immersione ben più amplia rispetto alla semplice telefonata con lo smartphone. 

Durante il lockdown, la spesa in visori per la realtà virtuale e per la realtà aumentata ha registrato un boom del 25 per cento (dati riferiti al 2020) salendo fino a 12 miliardi di dollari. Gli analisti di Citi Research, ritengono che il tasso di crescita annuale di questa tecnologia non solo non abbia esaurito il suo trend di crescita ma possa anche salire di un 40-50 per cento fino al 2025. Attualmente, stando ai dati della Vr/Ar Association, il comparto del commercio al dettaglio sta già spendendo oltre 1 miliardo di dollari ogni anno per l’acquisto di strumenti per la realtà virtuale e realtà aumentata. 

Tutti questi numeri sono la conferma delle enormi potenzialità del metaverso. Un trend che, lato operativo, può essere sfruttato investendo su quegli asset che sono direttamente coinvolti nel processo di trasformazione. Un’alternativa è quella di speculare sull’intero settore attraverso portafogli come il MetaverseLife di eToro. Tra l’altro proprio il broker di social trading presenta un importante vantaggio: la possibilità di fare prima pratica con un conto demo gratuito (100 mila euro virtuali) per poi passare solo dopo a soldi reali. 

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>è gratis e dà diritto a 100 mila euro virtuali 

Binance: alternativa per investire sul Metaverso

Oltre ai broker citati in precedenza, c’è una seconda strada per investire sul metaverso. Anche il noto exchange Binance (qui la nostra recensione) consente di speculare su questo settore in rapida crescita. L’exchange ha un ruolo fondamentale nel metaverse a causa dell’importanza ricoperta dalle criptovalute e dalla blockchain. Binance, inoltre, sta aiutando a fornire l’infrastruttura necessaria. Per esempio Binance NFT Marketplace crea un luogo dove chi compra e chi vende puà scambiare NFT di asset virtuali che provengono da blockchain differenti.

Ciò contribiusce a rafforzare l’interoperabilità tra diversi ecosistemi metaverse. Allo steso tempo Binance Exchange mette anche a disposizione una selezione di coppie di metaverse token. La creazione di mercati ad alta liquidità per il metaverso è di sostegno alla crescita del settore. Chi vuole iniziare a scambiare metaverse token con Binance non deve far altro che creare un account e iniziare il suo exchange. 

Clicca qui per aprire subito un account su Binance e investire sul metaverse token

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Crypto News: previsioni e ultime dal mondo delle criptovalute

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.