criptovalute simboli

Ci sono interessanti novità che arrivano dal Brasile riguardanti il processo di regolamentazione delle criptovalute, infatti il governo ha deciso di legalizzare le transazioni in crypto, ma senza legalizzare le crypto.

Appare un controsenso, invece potrebbe essere una scelta intelligente da parte del governo brasiliano, che in questo modo rende legale il pagamento di beni e servizi con criptovalute, pur non riconoscendone il corso legale.

Il Bitcoin non diventa quindi una moneta a corso legale in Brasile, eppure il governo potrebbe aver fatto la cosa migliore approvando una legge che legalizza le criptovalute come metodo di pagamento in tutto il Paese. Questa decisione potrebbe imprimere una importante spinta normativa all’adozione delle valute digitali e all’espansione dell’ecosistema delle criptovalute oltre i confini del Brasile.

Nelle scorse ore la Camera dei deputati del Brasile ha approvato un quadro normativo che legalizza l’uso delle criptovalute come metodo di pagamento in tutto il Paese.

Ad introdurre questa importante novità nel Paese è il documento PL 4401/2021, che prevede l’inclusione delle valute virtuali insieme ai premi per viaggiatori frequenti delle compagnie aeree nella definizione di “accordi di pagamento” sotto la supervisione della Banca centrale brasiliana.

La legge che introduce questa novità ha già ottenuto l’approvazione del Parlamento, ed ora manca solo la firma del presidente della Repubblica perché venga emanata. Quando ciò avverrà tutti i pagamenti effettuati in criptovalute per l’acquisto di beni e servizi avranno valore legale, ma questo non conferirà alle criptovalute corso legale.

Il Brasile verso una sempre maggior apertura al mercato delle criptovalute

Per quel che riguarda la regolamentazione e l’adozione delle criptovalute il Brasile ha fatto dei progressi importanti ultimamente. Si tratta infatti, in questo momento, del Paese con il maggior numero di ETF di criptovalute in tutta l’America Latina.

La maggior parte delle principali banche e dei broker del Paese offre attualmente un qualche tipo di esposizione agli investimenti in criptovaluta o servizi simili come la custodia o le offerte di token.

Prendiamo ad esempio Itaù, una delle più importanti banche private del Brasile, che ora sta lavorando per ‘tokenizzare’ glia sset come parte del suo pacchetto di servizi per gli investitori.

Una volta che la legge sarà entrata in vigore, sarà il ramo esecutivo del governo, vale a dire il presidente e i suoi ministri, a determinare l’organo o l’ufficio incaricato di supervisionare la questione. Bisogna precisare che solo i token classificati come titoli rientrano nelle giurisdizioni del CVM brasiliano, che corrisponde alla statunitense SEC.

Ad oggi gli enti pubblici che risultano maggiormente coinvolti nell’area sono stati la Banca Centrale Brasiliana, e il CVM appunto. Non solo, la legge stabilisce regole per il funzionamento delle piattaforme exchange per criptovalute, nonché per i servizi di custodia e amministrazione di criptovalute da parte di terze parti di fiducia.

Le novità che arrivano dal Brasile, e che dimostrano un’ulteriore apertura da parte del governo verso il mercato delle criptovalute, evidenziano che il Paese ha già compiuto importanti progressi in materia, e questo nonostante la legge non menzioni alcuna disposizione relativa all’emissione di una valuta digitale da parte della banca centrale.

Tra gli aspetti più interessanti del regolamento cui ha lavorato il governo brasiliano troviamo indubbiamente l’obbligo per i fornitori di servizi di separare i propri fondi da quelli dei propri clienti. Questo dovrebbe permettere di evitare che si verifichino scenari simili a quello che ha determinato il crollo dell’exchange FTX di qualche settimana fa. In quel caso l’exchange utilizzava infatti i fondi dei propri clienti per le proprie operazioni finanziarie.

La legge approvata dal Parlamento brasiliano ha inoltre evitato che si andassero a concedere dei vantaggi fiscali ai miners di criptovalute. Al tempo stesso ha riconosciuto che le valute digitali facilitano le operazioni criminali a causa della natura anonima delle transazioni, e per questo motivo ha chiesto un “monitoraggio più attento” per il mercato delle crypto.

Conviene sempre acquistare o vendere criptovalute solo su exchange affidabili finanziariamente solidi come Binance. Clicca qui per registrarti su Binance e scopri come fare per comprare le tue prime criptovalute.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.