Azioni value e growth: cosa sono e dove conviene investire?

FINANZAINSIDE - PICCOLA ENCICLOPEDIA DELLA FINANZA

Azioni value e growth: cosa sono e dove conviene investire?
© iStockPhoto
CONDIVIDI

Un nostro lettore si chiede se è meglio investire in azioni value o in azioni growth. Dove conviene investire oggi si chiede il nostro lettore che poi aggiunge: è meglio investire in titoli value o in titoli growth. Prima di dare una risposta a questa domanda è necessario fare una premessa e chiarire cosa sono le azioni value, cosa sono le azioni growth e quali sono le differenze tra i due tipo di titoli.

Iniziamo subito con il dire che è il rapporto price/earning a determimare se un'azione sia value o growth. In generale considerando periodi di tempo lunghi, sono le azioni value a generare più profitto delle azioni growth. Non è sempre così, ovviamente. Logicamente però non tutti gli investitori sono disposti ad accettare i tempo del value investing. Per investire in azione value, quindi, serve molto tempo e molta pazienza. Ci sono degli investitori per i quali la pazienza non è un problema e altri per i quali invece lo è. La cosa importante è che ogni investitore rispetti quelle che sono le sue caratteristiche psicologiche.

Azione value cosa sono

In questo paragrafo ci occuperemo di dare una sorta di definizione di azioni value. Con questo termine si indicano tutti quei titoli di società attive in comparti stabili caratterizzati da un tasos di crescita degli utili moldo contenuto. Per loro caratteristica le azioni value presentano bassi multipli di bilancio e rapporti Prezzo/Utili e Prezzo/Valore Contabile non eccezionali.

Su Borsa Italiana, un esempio di azione value è il titolo Enel. Se la quotazione Enel è bassa rispetto agli utili allora c'è la possibilità di creare un certo valore. In generale, in presenza di un generale sentiment negativo è possibile trovare tra le azioni value ottime occasioni di profitto laddove il prezzo dell'azione è portato su livelli di Price Earning molto bassi.

Azioni growth cosa sono

Proviamo ora a dare una sorta di definizione di azioni growth. Con questo termine si indicano i titoli che presentano una quotazione decisamente e visibilmente più elevata rispetto agli utili prodotti. Quando si è in presenza di bolle speculative fanno parte delle azioni value anche quelle società il cui fatturato viene praticamente tutto assorbito dai costi di gestione.

Le azioni growth presentano alti rapporti Prezzo/Utili e Prezzo/Valore Contabile. Queste proporzioni elevate dimostrano come l'ottimismo verso le azioni growth da parte del mercato sia alto. Logicamente le azioni growth hanno anche degli svantaggi a partire dall'immediata caduta del valore che ci sarebbe nel caso in cui la crescita degli utili delle società growth dovesse registrare un rallentamento.

Le azioni growth sono comunque adatte indistintamente a tutti gli investitori. Si tratta di titoli che, per loro natura, sono più appropriati per i trader sempre attenti alle occasioni speculative.

ATTENZIONE - Un'azione non è eternamente value o eternamente growth e quindi un titolo può tranquillamente passare di categoria. Ad esempio un caso tipico di questo passaggio si verifica quando un titolo growth subisce un calo del prezzo a livelli molto bassi nel confronto degli utili e quindi si trasforma in un'azione value.

Meglio investire in azioni value o azioni growth

La domanda principale del post è se oggi conviene investire in azioni value o in azioni growth. Dall'esame dei grafici storici dal 1975 ad oggi emerge che le azioni azioni value hanno performato meglio delle growth ottenendo rendimenti migliori dell’indice MSCI World. Da uno studio comparativo è possibile notare come l'indice MSCI World Value abbia una deviazione standard del 16,19 per cento e un total return annualizzato del 4,40%, mentre l’indice MSCI World Growth presenti una deviazione standard del 16,29 per cento e un total return annualizzato del 2,19 per cento.

Tuttavia se si cambia prospettiva, cambia anche il giudizio finale. Nel corso dell'ultimo anno l'indice MSCI Europe Growth ha perso il 6 per cento mentre l'indice MSCI Europe Value ha perso il 9 per cento. Precisiamo però che il 2018 è stato un anno non facile guidato dai titoli high tech che, per loro natura, sono growth.

Ovviamente queste indicazioni consentono solo di fare un bilancio su cosa convenga di più tra azioni value e azioni growth. Dal dato storico, però, è possibile trarre indicazioni sul futuro e quindi sulle attuali scelte di trading. 

Redazione Borsainside
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro