Superbonus 110% anche per la sostituzione infissi. Ecco quali sono gli importi e quando spetta il bonus

Anche nel caso di interventi finalizzati alla sostituzione di infissi è possibile beneficiare delle agevolazioni previste dal Superbonus 110%. A fornire delucidazioni in merito è stato un chiarimento dell’Agenzia delle Entrate in risposta all’interpello numero 524 del 30 luglio 2021.

L’agevolazione è prevista, secondo quanto specificato dall’AdE, anche qualora i nuovi infissi risultino di dimensioni diverse e posizionati diversamente rispetto agli infissi originali. Per beneficiare delle detrazioni previste dal Superbonus 110% però è necessario rispettare alcune condizioni, ad esempio la nuova installazione deve occupare una superficie pari o minore rispetto alla precedente.

Superbonus 110% per la sostituzione degli infissi

Il Superbonus 110% quindi può essere applicato anche quando vengono sostituiti gli infissi, e l’agevolazione è disponibile anche nei casi in cui vi è una variazione della posizione e delle dimensioni degli stessi.

Non si può usare invece il Superbonus 110% nel caso di nuove installazioni di infissi, ed è necessario in ogni caso che la superficie totale occupata dai nuovi infissi sua pari o inferiore alla precedente.

Il bonus infissi, per il quale è prevista una detrazione del 50% sulla spesa sostenuta per l’installazione, può arrivare quindi al 110% se la sostituzione viene eseguita congiuntamente ai lavori ammessi al Superbonus. In questo caso la sostituzione degli infissi diventa un intervento trainato da un altro intervento detto invece “trainante”.

Una spiegazione che viene fornita direttamente dall’Agenzia delle Entrate nella sua risposta del 30 luglio 2021 dove si legge quanto segue:

“Sentito il Ministero dello Sviluppo Economico, si ritiene che nella disciplina del Superbonus, gli interventi su serramenti e infissi possono essere esclusivamente ‘trainati’ ai sensi del citato articolo 119, comma 2 del decreto Rilancio. Come nell’Ecobonus, l’intervento deve configurarsi come sostituzione di componenti già esistenti o di loro parti e non come nuova installazione”.

“Ciò considerato, per gli interventi diversi da quelli di demolizione e ricostruzione è possibile fruire dell’Ecobonus anche nell’ipotesi di interventi di spostamento e variazione dimensionale degli infissi a condizione che la superficie totale degli infissi nella situazione post intervento sia minore o uguale a quella ex ante. Ciò a garanzia del principio di risparmio energetico”.

Va ricordato a tal proposito che per poter beneficiare dell’agevolazione prevista dal Superbonus 110% è fondamentale che gli interventi effettuati rientrino tra i lavori di ristrutturazione edilizia.

La maxi detrazione prevista dal Superbonus infatti è riservata a quei lavori trainati che sono stati eseguiti congiuntamente a interventi di isolamento termico, per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o per la riduzione del rischio sismico.

Quali sono le spese coperte dal Superbonus per gli infissi

Abbiamo visto quali sono le condizioni per avere accesso al Superbonus 110% anche nel caso di sostituzione degli infissi, e come fare per ottenere la detrazione, ma quali sono le spese ammesse?

Si può beneficiare dell’agevolazione a copertura di quelle spese che comprendono la fornitura, l’installazione di finestre, infissi, scuri, persiane, avvolgibili, vetrate, ovvero tutte le tipologie di serramenti tra i quali anche porte e portoni a patto che consentano di ottenere un miglioramento del rendimento energetico rispetto ai vecchi infissi.

Il Superbonus 110% per gli infissi si può avere sia nel caso di interventi che riguardano abitazioni indipendenti unifamiliari, che nel caso di condomini.

Perché sia possibile accedere al bonus è necessario che l’intervento preveda di fatto la sostituzione di elementi già esistenti o di parte di essi, deve riguardare ambienti riscaldati da proteggere verso l’esterno o verso vani non riscaldati. Inoltre i nuovi infissi devono garantire un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al valore di legge.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Fisco

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.