Novità Isee 2024: date e scadenze per accedere a bonus e agevolazioni

Rinnovo Isee 2023 per bonus e agevolazioni fiscali - BorsaInside.com

Si avvicina la scadenza dell’Isee 2023, un documento essenziale per accedere a bonus e agevolazioni fiscali. Il 31 dicembre è l’ultimo giorno di validità dell’attestazione rilasciata quest’anno. Per continuare a beneficiare delle prestazioni collegate, diventa imperativo richiedere una nuova attestazione.

Quali sono le scadenze per il rinnovo dell’Isee

Le scadenze per il rinnovo dell’Isee variano in base alla prestazione percepita. Ad esempio, chi usufruiva del Reddito di cittadinanza negli ultimi anni doveva presentare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) entro il 31 gennaio per evitare la sospensione dei pagamenti.

Nel 2024, con l’abolizione del Reddito di cittadinanza, la scadenza del 31 gennaio resta rilevante per coloro che intendono richiedere l’Assegno di inclusione, la nuova prestazione che lo sostituirà.

I tempi per il rinnovo variano a seconda della prestazione. Nel caso dell’Assegno unico per figli a carico, la scadenza è il 29 febbraio 2024, essendo l’anno bisestile. Per coloro che utilizzano l’Isee per condizioni agevolate nei servizi mensa scolastici o per ridurre i costi d’iscrizione all’università, i tempi sono più estesi.

Leggi anche: Bonus Isee basso 2023: ecco quali sono e chi può richiederli

A partire dall’1 gennaio 2024, il Reddito di cittadinanza sarà sostituito dall’Assegno di inclusione (Adi). Per garantirsi l’accesso a questa nuova prestazione, è fondamentale rinnovare l’Isee. Presentare la domanda a gennaio 2024 assicura che, in caso di esito positivo, l’Assegno di inclusione decorrerà da febbraio 2024. Un’anticipazione che si ottiene presentando la richiesta il prima possibile.

Per i percettori dell’Assegno unico per figli a carico, la scadenza del rinnovo dell’Isee è fissata al 29 febbraio 2024. Se la richiesta non viene effettuata entro questa data, l’Assegno unico sarà comunque riconosciuto, ma l’importo sarà ridotto al minimo. Un rinnovo successivo, ma entro il 30 giugno 2024, comporterà il ricalcolo dell’importo e il riconoscimento degli arretrati al primo conguaglio utile.

L’Isee è cruciale anche per accedere a una serie di bonus e servizi, tra cui l’asilo nido, la carta acquisti, la carta dedicata a te (rinnovata per il 2024), il bonus psicologo e l’assegno di maternità erogato dai Comuni. Inoltre, è necessario per risparmiare su servizi come l’acquisto di libri di testo, l’iscrizione all’università (richiedendo l’apposito Isee università) e la mensa scolastica. Le scadenze variano in base alle esigenze personali, ma è fondamentale che l’Isee sia valido nel 2024 al momento della richiesta.

Quali sono le novità sull’Isee per il 2024

Il 2024 porta una significativa novità per l’Isee: gli investimenti in Titoli di Stato, entro il limite di 50.000 euro, non saranno considerati nella Dichiarazione sostitutiva unica. Nel dettaglio, gli investimenti in Btp fatti nel 2022 non influenzeranno l’Isee 2024, mentre i vantaggi per le somme investite quest’anno si vedranno nel 2025 o l’anno successivo, a condizione che siano soddisfatte le condizioni per il rilascio dell’Isee corrente.

Un’altra novità rilevante riguarda il concordato preventivo, che distingue il reddito effettivo da quello concordato. Nonostante queste novità, i documenti e le regole di calcolo rimangono invariati, con tempi di rilascio che, solitamente, non superano i 2-3 giorni dall’invio della Dsu. Per coloro che usufruiscono del servizio precompilato disponibile nell’area MyInps, i tempi si riducono ulteriormente.

Leggi anche: Povertà energetica: cos’è e quali misure esistono in Italia e in UE per contrastare questa condizione

Quali sono i limiti ISEE 2024 da non superare per bonus e agevolazioni

Il calcolo e l’aggiornamento dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) sono fondamentali per molte famiglie che desiderano accedere a bonus e prestazioni agevolate.

A gennaio di ogni anno, le famiglie italiane sono chiamate a rinnovare il loro ISEE, un documento che riflette la situazione economica del nucleo familiare. Vediamo allora quali sono le soglie chiave per l’ISEE 2024 e come influenzano l’accesso a vari bonus e prestazioni.

  • Supporto per la Formazione e il Lavoro: soglia ISEE a 6.000 euro
    Per accedere al Supporto per la Formazione e il Lavoro nel 2024, è fondamentale che l’ISEE non superi i 6.000 euro. Questa misura, introdotta al posto del Reddito di Cittadinanza, mira a sostenere coloro che partecipano a iniziative formative e di orientamento al lavoro. La soglia bassa assicura che il beneficio sia riservato alle famiglie in condizioni di povertà.
  • Carta Acquisti: soglia ISEE intorno agli 8.000 euro
    La Carta Acquisti, che fornisce un contributo di 40 euro mensili, è accessibile a famiglie con un ISEE inferiore a circa 8.000 euro. È importante notare che il valore esatto potrebbe variare in base al tasso di rivalutazione, ancora da ufficializzare.
  • Assegno di Inclusione: soglia ISEE 9.360 euro
    L’Assegno di Inclusione, altra misura sostitutiva del Reddito di Cittadinanza, richiede un ISEE pari o inferiore a 9.360 euro. Questo beneficio è dedicato alle famiglie con almeno un minore, un disabile o un componente con più di 60 anni.
  • Bonus Sociale Bollette Gas e Acqua: soglia ISEE 9.530 euro
    Per beneficiare del Bonus Sociale sulle bollette di gas e acqua, l’ISEE dovrebbe essere pari o inferiore a 9.530 euro. Questa soglia aumenta a 20.000 euro per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico.
  • Bonus Energetico e bonus Psicologo: soglia ISEE 15.000 euro
    Un ISEE che non supera i 15.000 euro consente di beneficiare del Bonus sulle bollette di energia elettrica. Questa soglia si alza a 30.000 euro per le famiglie con almeno 4 figli. Inoltre, l’ISEE di 15.000 euro è cruciale per l’assegnazione della Carta Dedicata a te, che nel 2024 potrebbe garantire un sostegno di circa 460 euro.
    Per ottenere l’importo massimo del Bonus Psicologo, pari a 1.500 euro, è essenziale mantenere un ISEE inferiore a 15.000 euro. Oltre questa soglia, il rimborso diminuisce, con variazioni tra i 600 e i 500 euro.
  • Assegno Unico: soglia ISEE 17.000 euro
    L’Assegno Unico per figli a carico raggiunge l’importo massimo entro un ISEE di circa 17.000 euro. Tuttavia, il tasso di rivalutazione definitivo non è ancora comunicato, ma si stima un aumento a circa 199 euro.
  • Bonus Asilo Nido: soglia ISEE 25.000 euro
    Per accedere al massimo rimborso del Bonus Asilo Nido, pari a 3.000 euro l’anno e 272,72 euro per 11 mensilità, l’ISEE dovrebbe essere inferiore a 25.000 euro. Le famiglie con almeno 4 figli possono beneficiare di una maggiorazione.

Naturalmente, comprendere e monitorare le diverse soglie ISEE è di fondamentale importanza per massimizzare i benefici e le agevolazioni disponibili nel 2024. Assicurati di aggiornare regolarmente il tuo ISEE per garantire l’accesso a queste importanti misure di sostegno economico.

Leggi anche: Assegno di Inclusione 2024 al via dal 1° gennaio. Ecco i requisiti per ottenere il nuovo reddito di cittadinanza

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading